I Pinguini Tattici Nucleari sono fascisti? La loro risposta è super – FOTO

I Pinguini Tattici Nucleari, recentemente accusati di essere fascisti, rispondono alla questione attraverso i social in maniera super

Pinguini Tattici Nucleari @Instagram

Questa sera andrà in scena la semifinale di X Factor, che vedrà appunto eleggere i finalisti dell’edizione 2020. Alla conduzione come sempre ci sarà Alessandro Cattelan, con i quattro giudici pronti a supportare i loro talenti rimasti in gara. Nel frattempo continuano a far discutere le ultime eliminazioni, tra cui quella dei Melancholia, primi in classifica tra gli inediti più ascoltati. Comunque nella serata di oggi saranno tantissimi gli ospiti che saliranno sul palco del talent. Tra questi ci saranno anche I Pinguini Tattici Nucleari, che presenteranno il loro nuovo ep ‘Ahia!’, in uscita domani. Il gruppo recentemente è finito al centro di una polemica nel quale gli si dava dei fascisti. La loro risposta sui social è speciale.

I Pinguini Tattici Nucleari rispondono alle accuse: ”No, non siamo fascisti”

@Facebook

I Pinguini Tattici Nucleari, band che sta riscuotendo tantissimo successo dopo lo scorso Sanremo, saranno ospiti questa sera nella semifinale di X Factor. Recentemente però la band è stata coinvolta in una polemica in cui venivano additati come fascisti. Infatti dopo l’uscita del loro singolo ‘Me want back Marò’, il gruppo è stato da molti definito come fascista, visto il testo dal contenuto altamente politico del brano. Per rispondere a questa accuse il complesso decide di farlo in maniera originale, come ogni cosa che fanno. Infatti la risposta arriva attraverso i social network con uno screenshot di una conversazione Whatsapp, nella quale la domanda principale è: “Secondo te sono fascisti?”. La risposta è “assolutamente no” e per giustificare il brano risponde con un ”Lo hanno fatto apposta”. A chiudere ogni dubbio e polemica di questi giorni poi arriva la descrizione del post che recita: “Scoop nazionale: no, non siamo fascisti”.