Da Gigi Proietti a Ennio Morricone: gli addi più tristi del 2020

2020, un anno da dimenticare. Molti i grandi nomi dello spettacolo che ci hanno lasciato negli ultimi mesi, da Gigi Proietti e Ennio Morricone

Ennio Morricone (GettyImages)
Ennio Morricone (GettyImages)

Probabilmente sarà il capodanno più atteso di sempre, anche se senza festeggiamenti. L’unica volta, paradossolmente, che avrebbe avuto veramente senso festeggiare la fine di un anno, nessun festeggiamento possibile, tanto per cambiare, causa covid. Se il coronavirus ha cambiato le nostre vite, la gente si è aggrappata anche all’odio verso un anno solare veramente disastroso, che oltre alle sofferenze personali, è stato protagonista di una serie di tragedie una dietro l’altra.

Moltissimi i nomi illustri che vedranno il 2020 come ultimo anno della loro vita. Impossibile non citare Gigi Proietti ed Ennio Morricone, due colonne portanti della nostra arte, del nostro mondo dello spettacolo e anche della nostra cultura. Uno per il teatro e la comicità , l’altro ci ha rappresentato anche nel mondo del cinema oltre oceano.

Ennio Morricone e Gigi Proietti: un 2020 disastroso

Proietti Maradona Morte Dettagli
L’attore romano Gigi Proietti, morto nel 2020 (Getty Images)

Moltissimi gli addii illustri in questi 12 mesi, tra Stefano D’Orazio, Sean Connery, Eddie Van Halen e Maradona. Ennio Morricone e Gigi Proietti, morti all’età di 92 e 80 anni, hanno lasciato un grande vuoto in tutti gli italiani. Il maestro ha emozionato intere generazioni con le sue colonne sonore, andando anche oltre i film. Cosa sarebbe il finale di Nuovo Cinema Paradiso senza la musica di Morricone?

Gigi Proietti ha fondato la comicità romanesca insieme ad Alberto Sordi e Carlo Verdone, riempendo i teatri e le sale cinematografiche per più di 40 anni. La loro eredità artistica però, vivrà per sempre, nelle loro musiche e nei loro film. Due pezzi di storia del nostro Paese che se ne vanno via, in questo maledetto 2020, che tutti vorremmo salutare il prima possibile.

 

Impostazioni privacy