Capodanno clandestino in Hotel, arriva la punizione per il gestore

Capodanno “indigesto” per il titolare di un hotel italiano, preso di mira dalle forze dell’ordine che ne hanno disposto una “severa” sanzione

capodanno hotel gestore
Disinfestazione in Hotel – FOTO Getty Images

Il settore logistico in Italia ha subìto ingenti danni, a fronte dell’imperversare della malattia da Covid-19. La diffusione dei contagi ha sortito effetti indesiderati per tanti lavoratori in proprio e del settore commerciale in generale. Nel mirino delle forze dell’ordine son finiti negozi, piccole imprese e hotel di lusso, costretti a “serrare” le saracinesche da un momento all’altro, soprattutto dopo la “terribile” seconda ondata, abbattutasi nel Belpaese.

Le restrizioni del nuovo DPCM di Giuseppe Conte hanno “silurato” i titolari delle attività commerciali, che hanno affollato strade e piazze. Per protestare contro l’ordinanza, emanata causa forza maggiore dal governo centrale. Come se non bastasse, i ritardi delle spettanze per i cassintegrati hanno contribuito a rendere più rovente i “dissapori” tra gli interessati.

D’altro canto c’è chi non ha resistito all'”impeto” di rivalsa sociale, dato dall’avvento delle festività e in modo particolare del capodanno

Titolare dell’hotel “schedato” dalla polizia: l’epilogo e le considerazioni social

Disinfestazione in Hotel – FOTO Getty Images

La chiusura delle attività commerciali è la “ciliegina” sulla torta di un Paese, “terrorizzato” dal Covid-19. I titolari delle piccole e medie imprese hanno costretto ad “indietreggiare” le proprie ambizioni lavorative, di fronte all’impeto di diffusione del virus in Italia. Tuttavia, la questione relativa ai fondi economici del governo, garantiti ai lavoratori in proprio ha riscontrato ritardi un pò ovunque. Ed ecco che la protesta di alcuni lavoratori si è trasformata in un “fai da te” professionale, ingiustificato dalla giustizia italiana di questo periodo.

In tal contesto rientra il titolare di un hotel, che con una nota ufficiale via social ha innescato tutta una serie di considerazioni “pro e contro” la decisione di offrire “clandestinamente”, il servizio al pubblico, nonostante i divieti. Il signor F. I. ha diramato un “comunicato” dove si avvisava la gentile clientela, delle disposizioni di chiusura dell’hotel di proprietà, ad opera di carabinieri e forze dell’ordine.

La denuncia del gestore è indicata nel pieno rispetto ed educazione dei propri familiari, contrariamente alla volgarità che si è abbattuta inevitabilmente sulla sua dignità. La “punizione” è arrivata persino in ambito social, dove alcuni vip, tra cui Selvaggia Lucarelli hanno espresso la propria opinione a riguardo.

La giornalista ha invitato gli “incriminati” a rivedere il proprio comportamento, improntandolo sulla comprensione del momento. Un periodo in cui si fa fatica a tollerare “corbellerie” di vario tipo, anche e soprattutto nella noncuranza di coloro che si rendono protagonisti di sacrifici immani e fanno in “silenzio”, di necessità virtù, in questo disperato e sfavorevole contesto temporale