Grave lutto nel mondo della musica: morto il frontman del gruppo metal

Lutto nel mondo della musica. E’ morto il frontman del noto gruppo rock metal, da anni era affetto da una grave malattia: l’addio dei colleghi sui social

Alexi Laiho
Alexi Laiho (GettyImages)

E’ morto a soli 41 anni Alexi Laiho, cantante, frontman e fondatore dei Children of Bodom. Il noto gruppo finlandese dice dunque addio prematuramente al suo fondatore, che per anni è stato anche la voce, chitarra, nonché tastierista nella formazione. Molto diffuso il metal nel nord Europa, il gruppo nasce nel 1993. Alexi, da anni era affetto da una grave malattia, si è spento tristemente nella giornata di ieri nella sua casa ad Helsinki.

L’annuncio nella mattinata di oggi, 4 gennaio, direttamente dal profilo ufficiale Facebook della band. Henkka T. Blacksmith, Janne Wirman e Jaska Raatikainen hanno salutato il loro amico e compagno di avventure per l’ultima volta, con un messaggio straziante sui social. La band in più di 20 anni di attività aveva pubblicato 10 album tra il 1997 e il 2019.

Addio a Alexi Laiho, morto il frontman dei Children of Bodom

Alexi Laiho
Alexi Laiho (GettyImages)

Era da tempo molto malato Alexi Laiho. “Se ne va uno dei più grandi chitarristi e compositori, ma noi abbiamo perso un amico”. Così i tre componenti dei Children of Bodom hanno voluto ricordare il loro compagno scomparso, per tutti “Wildchild”. Il post straziante condiviso su facebook è stato ripostato da molti colleghi nel mondo della musica.

Lascia un gran vuoto il cantante scomparso, non solo nel cuore di tutti i suoi fan, ma anche in quello dei suoi compagni di avventure. I Children of Bodom avevano concluso la loro avventura pochi mesi fa, nell’estate del 2019, con il loro ultimo concerto proprio nella capitale della Finlandia. “Abbiamo perso un fratello – si legge nel posto condiviso – il mondo perde un fenomenale artista, noi un amico”.

One of the most renowned guitarists in the world, Alexi Laiho, has passed away. The musician, most notably known as the…

Pubblicato da Children Of Bodom su Lunedì 4 gennaio 2021