Nascono con una malattia gravissima: il triste caso di due bebè

Drammatico scenario per due bambini nati con una gravissima malattia. Ipotesi malattia ereditaria per i bebè: il caso nel dettaglio

Bambina in ospedale
Bambina in ospedale (GettyImages)

E’ successo in Giappone. Due bebè sono nati con un cancro ai polmoni, probabilmente ereditato dalla madre. I ricercatori di Chitose Ogawa del National Cancer Center Hospital di Tokyo hanno esaminato i casi affermando che i bambini avrebbero acquisito le cellule tumorali dalla madre. Un caso molto controverso e più unico che raro. I medici hanno pubblicato lo studio sul New England Journal of Medicine, dichiarando che il primo bambino avrebbe contratto il cancro a 23 mesi, mentre il secondo all’età di 6 anni.

Per quanto riguarda le madri, la madre del primo bambino ha ricevuto la diagnosi tre mesi dopo il parto.  La madre del secondo immediatamente dopo, ma entrambe le donne sono affette da cancro cervicale. I ricercatori sono venuti a conoscenza del caso mentre sequenziavano il DNA dei bimbi per una sperimentazione clinica

Trasmissione del cancro da madre a figlio: rarissimi i casi

Neonato in ospedale
Neonato in ospedale (GettyImages)

Entrambi i bambini, secondo quanto dichiarato dai ricercatori di Tokyo, sarebbero nati per via vaginale venendo dunque a contatto con le cellule tumorali delle madri. In ogni caso, le possibilità di trasmissione del cancro da madre a figlio rimane molto bassa. Rarissimi i casi, circa 1 su 1000 coinvolge la madre che ha il cancro e 1 volta su 500mila avviene la trasmissione.

Anche la diagnosi dopo sei anni del secondo bambini lascia immaginare a una lenta persistenza delle cellule tumorali della madre, prima di coinvolgere il bambino. Rimane il fatto della rarità dei casi trovati in Giappone, mentre i medici hanno trovato mutazioni genetiche nei tumori dei bimbi corrispondenti a quello delle loro madri.