I Beckham festeggiano a Miami: il capodanno genera il caos

La famiglia Beckham sotto i riflettori per aver festeggiato il capodanno a Miami: qualcuno afferma che hanno violato, pesantemente, le regole.

Famiglia Beckham Capodanno
David e Victoria durante una serata di gala (Getty Images)

La legge e le regole sono uguali per tutti. O almeno dovrebbero essere così, da quando ci siamo “presi di forza” alcuni diritti umani non più trascurabili. Poi, però, c’è sempre chi le trasgredisce e cerca di farla franca. Soprattutto se in tasca c’è un bel bottino che fa agire nell’anonimato o nell’ombra.

Nelle ultime ore, nel Regno Unito, qualcuno vuole una spiegazione in più. Secondo quanto riporta il Daily Mail, noto tabloid inglese, la famiglia Beckham, al completo, sarebbe volata a Miami per festeggiare il capodanno in un villone da 30 milioni di euro. Una struttura davvero lussuosa di proprietà di Nelson Peltz, padre di Nicola Peltz, vale a dire la futura sposa di Brooklyn, primogenito della coppia.

I due si sposeranno il prossimo anno, come hanno già annunciato sui rispettivi profili social. Un modo per essere vicini come famiglie. Ma un volo, quello oltremanica, che non sembra aver rispettato le regole anti Covid-19. La versione dei Beckham, però, sembra discolparli e affermare tutt’altra cosa.

A Miami per lavoro: la famiglia Beckham non parla di capodanno

Famiglia Beckham Capodanno
David e Victoria sotto una statua intitolata all’ex calciatore (Getty Images)

Un volo già previsto da mesi. Quello di David e Vittoria, con tanto di figli a bordo. Sembra un po’ strano, ma è la versione che è stata data sempre nelle ultime ore. L’ex calciatore del Manchester United aveva degli appuntamenti di lavoro riguardanti la sua squadra che gioca nella MLS, l’Inter Miami, già in causa in passato, dopo essere stata citata da un’altra Inter, quella di Milano.

Un volo con partenza il giorno di Natale stesso, per poter raggirare il lockdown e le ferree norme in vigore durante le festività. Il caso rimane ancora un mistero e nelle prossime ore si aspettano dei decisivi chiarimenti, soprattutto dall’ex stella del calcio, che non sembra aver fatto una grandissima figura.

Un amico, intanto, intervistato dal The Sun e rimasto nell’anonimato confermerebbe la tesi dell’intera famiglia: “David e Victoria avevano programmato questo viaggio da mesi. Lui doveva essere a gennaio per l’inizio del campionato MLS. Sta aiutando la squadra a crescere, cercando nuovi giocatori”.