Inietta falso vaccino Covid a un’anziana: è caccia all’uomo

Clamorosa truffa ai danni di un’anziana signora. Un uomo, fingendosi un membro del personale medico sanitario, si è fatto pagare per l’iniezione del farmaco. I vaccino anti Covid però era falso.

vaccino
Vaccino anti Covid-19 (Fonte GettyImages)

Incredibile fatto di cronaca quello avvenuto a Londra, dove un uomo si è spacciato per medico e ha truffato un’anziana signora di 92 anni. Ora per la città è in corso una vera e propria caccia al finto infermiere: l’uomo si è recato al domicilio della vecchietta e, facendosi pagare ben 160 sterline, le ha iniettato un falso vaccino anti Covid. La notizia è stata divulgata dalla BBC e il fatto è avvenuto a Surbiton, sudovest della capitale inglese.

La truffa ai danni dell’anziana signora è avvenuta lo scorso 30 dicembre, quando l’uomo si è presentato in casa della 92enne sostenendo di essere un dipendente dell’NHS, il sistema sanitario nazionale. Dopo averle promesso che le 160 sterline le sarebbero state rimborsate dall’NHS stesso, la donna si è sottoposta a quella che è stata a tutti gli effetti una falsa somministrazione. Alla polizia l’anziana ha raccontato di essere stata punta da un attrezzo simile a una freccetta.

Dopo le indagini del caso è iniziata una vera caccia all’uomo che, però, sembra essersi dileguato. La donna si è sottoposta a dei controlli in ospedale, sarebbe in buone condizioni, ma non è riuscita a dire se effettivamente qualcosa le sia stato iniettato nel braccio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, arrivano gli “abbracci” speciali per i medici

Inietta falso vaccino Covid: si fa pagare 160 sterline

Vaccino Covid (getty images)
Vaccino Covid (getty images)

La polizia e le forze dell’ordine sono sulle tracce dell’uomo, ritenuto estremamente pericoloso e in grado di mettere a repentaglio la vita di altre persone. Si teme, infatti, che quello che è successo all’anziana 92enne possa ripetersi anche in altre circostanze. La campagna britannica di sensibilizzazione al vaccino, tra l’altro, è stata chiara: diramato l’avviso di non fidarsi di chi promette il farmaco dietro compenso. Solamente il proprio medico di famiglia (o comunque personale medico in generale), infatti, può somministrare la cura.

bollettino 16 dicembre 2020
Margareth Keenan, la prima vaccinata in GB (Getty Images)

La caccia al truffatore intanto continua per le strade di Londra.