Lucia Javorcekova a cavalcioni sull’amaca: il bikini esplode – FOTO

Torna a splendere il sole in “casa” di Lucia Javorcekova: la modella slovena si fa immortalare sull’amaca con un bikini a dir poco esplosivo.

Lucia Javorcekova Amaca Bikini
Lucia Javorcekova (Screenshot Instagram)

C’è chi all’inverno proprio non si vuole rassegnare. E in effetti tutti i torti non li avrebbe, questo fantomatico qualcuno. C’è a chi piace coprirsi fino al collo e uscire con cappottoni e sciarpe (anche se di questi tempi di uscire non se ne parla proprio) e a chi l’estate tutto l’anno.

Certo, per avere l’estate tutto l’anno bisogna avere una vita abbastanza facilitata, se così possiamo dire. O viaggiare per lavoro, o farsi fotografare per lavoro. Quest’ultima frase la si può benissimo accostare alla modella slovena Lucia Javorcekova. Lei, dell’inverno, proprio non ne vuole sapere.

Sempre più popolare, grazie anche al suo canale ufficiale di Instagram che ha raggiunto quasi i 2 milioni di follower, da un periodo a questa parte delizia tutti coloro che la seguono sui social con degli scatti in spiaggia, lungo il bagnasciuga o nel direttamente nelle acque di un mare molto trasparente.

La Javorcekova si dondola sull’amaca: a colpire anche il suo bikini

Non opta per nessun primo piano questa volta. Ma, anche se in lontananza, appare sempre in grande forma. La modella slovena, molto conosciuta anche in Italia per aver lanciato alcuni tormentoni come “escile” e “mozzarellone”, non si adatta proprio per niente al periodo invernale.

Ormai, infatti, da un periodo a questa parte la si può trovare sulle spiagge del Messico, che sembra essere diventato un altro Paese a cui la Javorcekova sembra essersi affezionata davvero tanto. Si mette a cavalcioni sull’amaca e prima di rilassarsi, si lascia immortalare in uno scatto dove mostra un bikini alquanto “esplosivo”.

Tra primi piani e scatti a distanzi. Tra un’amaca e il bagnasciuga. Tra il mare piatto e le onde. Le prova tutte Lucia, sempre pronta a mettersi in mostra per uno scatto estivo. Guai a nominare l’inverno con lei.