Cos’è l’impeachment del presidente USA: Trump rischia grosso

Saranno 12 turbolenti giorni quelli che ancora mancano all’insediamento ufficiale di Joe Biden alla Casa Bianca. Trump intanto potrebbe concludere nel modo più inglorioso: con l’impeachment. Ma che cos’è?

Assalto Congresso Usa Morti
Il momento dell’irruzione da parte dei sostenitori di Trump al Palazzo del Congresso (Getty Images)

Gli scontri di mercoledì sera a Capitol Hill rischiano di diventare la macchia più grande dei 4 deliranti anni della presidenza di Donald Trump. Il tycoon si appresta a lasciare la Casa Bianca, sgomberando la residenza di Washington per far posto al suo successore Joe Biden. Nonostante il leader democratico sia stato proclamato presidente dal Congresso, Donald Trump non ci sta e sembra non voler mollare l’osso (e la poltrona). Gli scontri al Campidoglio sono il frutto del populismo spicciolo del capo di una frangia di repubblicani che non vogliono riconoscere la sconfitta alle urne.

Una macchia indelebile nella presidenza Trump, il quale anche dopo gli scontri non ha abbandonato la sua “politica” del complotto. Ora il tycoon potrebbe concludere nel peggior modo possibile il suo mandato: con la dichiarazione dell’impeachment (e non “impitchment” o “impiccement” come si è erroneamente letto sui social in questi giorni) nei suoi confronti.

Ma in che cosa consiste, di preciso, l’impeachment?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Trump,anche l’emendamento n° 25 contro di lui

Impeachment per Trump: iter al via lunedì?

Trump Minacce Audio
Dondal Trump di spalle (Getty Images)

Stando a quanto riporta la CNN l’iter per “destituireTrump potrebbe essere avviato già lunedì dai democratici, che presenteranno gli articoli per l’impeachment alla Camera. Ma in che cosa consiste questa “soluzione” estrema per togliere Trump dalla presidenza, tra l’altro a pochi giorni dal passaggio di consegne ufficiale con Biden?

Si tratta di una vera destituzione di Trump dalla sua carica, in quanto ritenuto colpevole di aver commesso particolari illeciti nell’esercizio delle proprie funzioni. In questo caso, se il tycoon venisse davvero “spodestato“, a prendere il suo posto fino al 20 gennaio sarebbe il suo vice Pence.

Spetta al Congresso decidere cosa fare” ha detto in merito il neo presidente eletto Joe Biden, che ha anche dichiarato di non ritenere più da tempo Trump idoneo per un ruolo di tale importanza.

Trump-Biden: botta e risposta

Intanto Trump ha dichiarato pubblicamente che non prenderà parte all’insediamento del suo successore, il prossimo 20 gennaio. Non poco sarcastica la risposta del suo avversario democratico: “È una cosa buona“.