“Sarà prorogata fino al 30 aprile”: l’indiscrezione sulla misura anti Covid

Sul finire di settimana arriva una pesante indiscrezione sulle misure anti Covid da attuare fino al 30 aprile. Si aspetta la conferma nelle prossime ore.

Covdi 30 Aprile Riunione Governo
Riunione di Governo (Getty Images)

Finite le vacanze del periodo Natalizio. Con il weekend che del 6 gennaio si chiudono definitivamente i battenti dell’ultimo e primo periodo dell’anno. E non poteva che torna, semmai se ne fosse andata, la vicenda legata alla pandemia da coronavirus. Un vero e proprio incubo che anche in quest0 anno non ci lascerà dormire sogni tranquilli.

In Italia, poi, è reso tutto più complicato da una possibile crisi di Governo, che potrebbe arrivare già da questa settimana. Insomma, un vero e proprio caos che si aggiunge al rientro delle zone a colori in cui verrà suddivisa l’Italia.

Un Paese diviso dal “rosso”, “arancio” e il “giallo”. Fortunatamente il colore rosso non appartiene a nessuno, mentre sarebbero cinque le regioni d’Italia a entrare nell’arancione. Il resto è in fascia gialla. Ma a tenere banco c’è anche una decisione importante sul complessivo stato d’emergenza in cui verte il Paese.

La misura anti Covid parla (già) chiaro: stato d’emergenza fino al 30 aprile

Giuseppe Conte Covid 30 Aprile
Il premier Giuseppe Conte (Getty Images)

Veneto, Sicilia, Calabria, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. Le altre tutte in zona gialla. Per ora nessuna regione sarebbe a rischio “colore rosso”, ma c’è da attendere. Come bisogna aspettare, forse ancora per qualche ora, su un’altra importante decisione.

La scadenza per lo stato d’emergenza in cui verte il nostro Paese, a causa della pandemia, potrebbe essere prorogato fino al 30 aprile. Una decisione che viene svelata, ma che, ripetiamo, aspetta conferma, nell’ultima riunione di Governo, svoltasi sul finire della settimana già passata. Esattamente domenica sera.

Più esattamente, il premier Giuseppe Conte avrebbe esposto questa decisione ai capi delegazione di maggioranza durante la riunione sopracitata. Niente di decisivo, ma sembra che “l’onda” di questa misura anti Covid stia andando verso la fine del mese di aprile.