Red Ronnie e Luca Bizzarri, violenta lite social: volano parole grosse

Animi tesi via Twitter tra Red Ronnie e Luca Bizzarri. Motivo del contendere? SanPa, la serie Netflix su San Patrignano che ha spaccato l’opinione pubblica. “Parli senza conoscere”.

muccioli san patrignano
Screen video

Aveva promesso di avrebbe fatto discutere e SanPa- Luci e Tenebre di San Patrignano, ha mantenuto la parola data. Una delle novità Netflix di questo inizio d’anno è stata proprio la docu serie incentrata sulla storia della comunità di recupero tossici più grande d’Europa. Primo lavoro di questo tipo a firma del colosso mondiale dello streaming su territorio italiano. E, considerando la scia di polemiche, critiche e discussioni che ha portato, si può dire che Netflix abbia fatto centro. Da quasi due settimane ormai si discute di SanPa e di tutto ciò che la serie porta con sé, compresa la figura del fondatore Vincenzo Muccioli che emerge in modo decisamente controverso.

Appare nei cinque episodi anche il giornalista Red Ronnie, sempre molto vicino a Muccioli e alle vicende della comune. In prima linea nella difesa di San Patrignano e del suo fondatore, al tempo come ora, è stato al centro di un’accesa discussione su Twitter con il presentatore tv Luca Bizzarri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Da Camera Cafè a SanPa: c’è anche Olmo

SanPa, Red Ronnie a Luca Bizzarri: “Parli senza conoscere”

Motivo scatenante di tutto? Un commento di Luca Bizzarri a un tweet di Salvini, con il leader della Lega che prendeva le difese di San Patrignano nonostante, a sua opinione, la serie Netflix infangasse il nome della comune. “Se uno pensa che Sanpa “infanghi” San Patrignano ci sono due possibilità. O non l’ha vista, o l’ha vista e non ci ha capito una fava” la risposta ironica di Bizzarri.

Dopo una serie di botta e risposta, dove Red Ronnie invitava Bizzarri a non parlare senza conoscere l’argomento in modo approfondito, il giornalista ci è andato giù duro con l’attore e presentatore tv: “Se tu sapessi di cosa stai parlando e cosa ho passato io, caro il mio imbecille, ti vergogneresti come un cane”. 

Di fronte ai toni accesi di Red Ronnie l’artista genovese ha deciso di tagliare corto, chiudendo con un laconico: “Buona vita“.