“È morta”, l’oscuro presagio sulla monarchia inglese

Non si trova da settimane, dunque probabilmente è morto il corvo di Londra. La profezia collegata alla monarchia inglese e l’oscuro presagio

Corvo
Corvo (GettyImages)

Era soprannominata The Queen, Merlina, un corvo nero della leggendaria Torre di Londra è scomparso. A riferirlo su Twitter il Ravemaster del castello Christopher Skaife. Il corvo era nello stormo della Torre sul Tamigi dal 2007, e visto che al destino dei corvi (secondo la leggenda) sia legato il destino della monarchia, qualcuno ha già parlato di “oscuri presagi”.

La leggende ha preso piede sin dai tempi di Carlo II, quando il re ordinò di riempire la Torre di Londra con dei corvi, pena il collasso della monarchia. Dal XVII secolo ad oggi infatti, nessuno ha voluto sfidare la sorte. I corvi sono stati fin da allora curati e preservati all’interno della torre. Dopo la morte di Merlina, ne rimangono ancora 7 dentro la fortezza.

La leggenda dei corvi della Torre di Londra, da Carlo II a Wiston Churchill

Un corvo e un soldato
Un corvo e un soldato (Gettyimages)

Anche durante la seconda guerra mondiale i corvi giocarono un ruolo chiave per l’Inghilterra. Si narra infatti che gli uccelli neri avvertissero l’arrivo degli aerei tedeschi durante il conflitto mondiale, e che per questo Winston Churchill ordinò di aumentare il numero di corvi, dopo che ne era rimasto solamente uno alla fine delle guerra.

Negli anni la leggenda non ha certo perso il suo fascino, e anche se qualcuno si è allarmato per la morte di Merlina, rimangono altri 7 volatili nella Torre. I corvi, solitamente, vivono circa 10 anni arrivando in rari casi fino a 15 in natura. Gli uccelli della Torre di Londra – costruita da Guglielmo il conquistatore nel 1066 – , possono vivere anche fino a 40 anni