Massimo Cannoletta, che svolta: dopo l’Eredità una nuova avventura

Massimo Cannoletta dopo i quasi due mesi vissuti da super campione all’Eredità è pronto ad affrontare la sua nuova avventura. Nelle vesti di “scrittore”, avrà una rubrica tutta sua.

eredità social ghigliottina 28 dicembre
L’ex campione Massimo Cannoletta (Screenshot)

Si è portato a casa un bel gruzzolo, 280 mila euro in gettoni d’oro, e si è fatto conoscere agli occhi del grande pubblico. Massimo Cannoletta, il super campione che nel finale del 2020 è diventato uno dei personaggi televisivi più ammirati, si è fatto soprattutto una grande pubblicità con la partecipazione al programma di Rai 1 L’Eredità. Il concorrente, che ha vissuto 54 giorni da vero protagonista nello studio con Flavio Insinna, di professione è una guida turistica e divulgatore e, nel corso della sua avventura in tv, ha dato mostra delle sue conoscenze enciclopediche. Amato e ammirato da molti, Cannoletta è stato contattato da una nota rivista per tenere una rubrica tutta sua.

A causa del Covid l’uomo non era più riuscito a lavorare (prevedendo la sua professione molti viaggi) e questo lo aveva portato a iscriversi all’Eredità. Scelta a dir poco azzeccata per lui che, ora, conosciuto dal grande pubblico è stato anche ingaggiato dal periodico “Gente” dovrà avrà uno spazio tutto per sé.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Cannoletta, rivelazione inaspettata: gelo in studio 

Massimo Cannoletta divulgatore su Gente

L’ex super campione de L’Eredità, che pochi giorni prima del Natale lasciò di sua spontanea volontà il gioco, terrà una rubrica fissa sul periodico Gente dal nome “In viaggio con Massimo Cannoletta“. Focus che spaziano dalla storia alla cultura, passando per l’arte o curiosità su luoghi lontani del mondo: tutte chicche che l’ex concorrente snocciolerà nel corso del tempo attraverso le pagine di Gente.

Massimo Cannoletta decisione ufficiale eredità
Screenshot Instagram

In attesa di tornare a viaggiare (Cannoletta ha dichiarato di aver fatto per due volte il giro del mondo) il buon Massimo potrà quindi riprendere a divulgare, stavolta però comodamente sulle pagine di uno dei magazine più distribuiti in Italia.