Il pub negazionista resta aperto: niente mascherine e distanziamento – VIDEO

Un pub negazionista rifiuta di sottostare alle misure anti Covid promosse dal Governo e decide di rimanere aperto nonostante tutto. E la gente riempie la sua sala.

pub
(Getty Images)

Venerdì scorso l’iniziativa di protesta indetta da alcuni ristoratori, chiamata #ioapro, non ha avuto l’adesione che in molti speravano o si aspettavano. Pochi i locali che hanno alzato la saracinesca per protestare contro le misure del Governo che impongono la chiusura ai ristoranti o bar in grande parte d’Italia. Alla fine il buon senso l’ha fatta da padrone, nonostante qualche caso isolato qua e la per lo Stivale. A Bologna però c’è qualcuno che sta portando avanti in modo reiterato la sua protesta personale. Si tratta di un pub che ha deciso di aprire nuovamente nonostante tutti i divieti in atto e nonostante le multe che i vigili stanno continuando a staccare.

Un vero e proprio locale di negazionisti, stando a quanto emerge da un reportage condotto da Repubblica. Ci si trova presso l’Halloween Pub situato in via Stalingrado e nella sua sala accoglie sistematicamente decine di clienti. Tutti rigorosamente senza mascherina e senza il rispetto del distanziamento sociale. Proprio come un anno fa, insomma, quando il pericolo del Covid sembrava qualcosa di lontano che mai ci avrebbe interessato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, l’ultima linea guida per il vaccino 

Pub negazionista a Bologna: le multe non lo fermano

Multe, sanzioni e ordini di chiusura non fermano il proprietario del locale. Mattia Florulli, questo il suo nome, non vuole saperne di tirare nuovamente giù la saracinesca del suo pub. Nonostante anche l’ultima ordinanza emanata dal Prefetto che obbliga l’Halloween Pub a chiudere per 24 giorni il locale continua a restare aperto. E ogni sera decine di clienti vi si recano per consumare una birra, non rispettando le norme basilari per frenare il contagio da Covid.

E i clienti, stando al racconto di Repubblica, sono per la maggior parte negazionisti. Individuato il reporter hanno iniziato a insultarlo e a dare la loro personale spiegazione del Covid e di un presunto patto segreto ordito dai potenti della terra.