Ex deputata Fi fa il saluto romano: la sua reazione crea il caos

Renata Polverini, ex deputa di Forza Italia, ripresa mentre fa il saluto romano: ma la sua reazione è furibonda e scatena un caos infernale.

Renata Polverini Saluto Romano
L’ex deputata di Forza Italia, Renata Polverini (Getty Images)

Durante la crisi di Governo molti personaggi, un tempo dimenticati ma ancora parte del Parlamento italiano, sono tornati a far parlare di loro per alcune vicende davvero scomode. Alcuni per un voto concesso in più, dall’opposizione, concesso al Premier. Altri per delle dichiarazioni davvero crude. Altri ancora per entrambe le cose.

Parliamo sicuramente di Renata Polverini, ormai ex deputata di Forza Italia, pronta a entrare nel terzo Governo Conte. La fiducia è stata data anche al Senato, ma non con maggioranza assoluta, bensì quella relativa, con un totale di 156 voti. La Polverini si era espressa con un Sì a Conte alla Camera.

Un Sì al premier e un No al suo partito, che ha prontamente lasciato. Subito sono scattate le polemiche. Ma non solo: il quotidiano Dagospia ha pubblicato delle sue vecchie foto mentre compie il saluto romano. Immagini che non sono piaciute e che hanno scatenato il caos più totale.

Dal saluto romano alla presunta relazione con Lotti: la Polverini all’attacco

Le riprede lei stessa, le immagini pubblicate da Dagospia, subito dopo aver votato la fiducia a Conte alla Camera. Foto vecchie, mentre festeggia dopo aver vinto le elezioni regionali nel Lazio.

Renata Polverini non ci sta e attacca citando i suoi legali: “Ringrazio tante colleghe e colleghi che hanno espresso solidarietà nei miei confronti. Si può dire tutto su di me, ma non usare alcune immagini per screditare la mia figura. Al resto ci pensano gli avvocati”. Molto dura l’ormai ex deputata di FI, anche se ormai le immagini circolano.

E sulla presunta relazione con Lotti si esprime così: “Siamo solo amici. Ma non è questo il punto. È vergognoso che, quando si vuole attaccare una donna, la si vada a infangare nel privato. Ripeto, per il resto ci penseranno i miei legali”.