Christina Ricci, dopo l’accusa sulle violenze marito si difende: “E’ stata lei”

Christina Ricci ha denunciato il marito James Heerdegen per maltrattamenti, lui si difende e svela in tribunale di essere lui la vera vittima

Christina Ricci e James Heerdegen
Christina Ricci e James Heerdegen

Pochi giorni fa è saltato fuori che Christina Ricci ha denunciato il marito James Heerdegen per maltrattamenti. La denuncia arriva a sei mesi dalla richiesta di separazione, nei confronti dell’ormai ex marito della Ricci è stato emesso un ordine restrittivo.

Heerdegen in Tribunale ha però fornito una versione diversa da quella della moglie. A detta sua è lui la vera vittima di abusi e continue violenze causate dell’abuso di alcol dell’attrice. La notizia è stata rivelata da TMZ, l’ex marito di Christina Ricci si è difeso dalle accuse della moglie dicendo che era lei ad aggredirlo. A detta sua l’attrice lo avrebbe in più occasioni picchiato, graffiato, umiliato e minacciato anche in presenza del figlio Freddie. Il bimbo di soli sei anni a quanto pare, a causa dei continui litigi violenti scoppiati tra i genitori, ne avrebbe psicologicamente risentito.

Christina Ricci e James Heerdegen si accusano a vicenda, chi dice la verità?

James Heerdegen e Christina Ricci
James Heerdegen e Christina Ricci (Getty images)

Dopo che è stato confermato l’ordine restrittivo nei confronti di James Heerdegen, l’uomo ha portato in tribunale alcuni documenti che accusano Christina Ricci di aver mentito. Nei documenti si legge infatti che le accuse di violenza domestica dell’attrice sono false. Le avrebbe riportate con l’unico scopo di ottenere l’affidamento esclusivo del figlio.

Nei documenti si legge poi che l’attrice avrebbe iniziato a fare abuso di pillole e alcol mentre allattava ancora il figlio. Dipendenze che sono peggiorate con il passare degli anni. Sembra che la Ricci fosse quasi sempre ubriaca. Il legale dell’attrice hanno replicato alle prove presentate in tribunale da James Heerdegen dicendo che il suo è solo un tentativo squallido di mettere a tacere l’ex moglie.