Ibrahimovic e Lukaku, volano stracci all’intervallo: “Vieni qui!” – VIDEO

Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku, Derby di Milano ad alta tensione: volano gli stracci tra i due attaccanti, insulti a raffica e contatto fisico

Ibrahimovic - Lukaku
Il testa a testa tra Ibrahimovic e Lukaku (Getty Images)

Il Derby di Milano è sempre una gara sentita e Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku hanno dato vita davvero ad una sfida senza esclusione di colpi, in tutti i sensi. I due colossi – rispettivamente – di Milan ed Inter hanno dato vita ad una gara (anzi, poco meno di un’ora, visto il rosso allo svedese) vibrante.

Siamo nel finale del primo tempo ed un fallo subito dall’attaccante belga dà il vita ad un parapiglia che arriva fino allo scontro fisico tra i due bomber. Vecchie ruggini tra i calciatori, compagni di squadra nel Manchester United. Non scorre buon sangue tra i due e l’incontro ravvicinato non fa altro che scatenare ulteriori polemiche.

I due calciatori arrivano testa a testa e volano gli insulti. L’assenza di pubblico – come ormai capita da diversi mesi causa Covid – ha solo acuito la percezione delle frasi. I due si sono mandati a quel paese in inglese, lo svedese ha utilizzato il termine “Bullshit” (stron***e, ndr) prima di tirare in ballo la mamma del belga.

Ibrahimovic e Lukaku: gli insulti dello svedese

Ibrahimovic Lukaku
Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku si insultano a distanza (Getty Images)

Romelu, all’insulto rivolto alla madre, ha reagito con grande veemenza, scattando letteralmente. Ibrahimovic ad alta voce ha tirato in ballo la genitrice dell’ex United creando il parapiglia. Lite continuata anche al 45′, all’uscita dal campo delle squadre per la fine del primo tempo. Skriniar tra i più attivi a fermare Lukaku, bloccato dai compagni mentre inveiva contro l’avversario.

“Vuoi parlare di mia madre? Vieni qui se vuoi parlare di mia madre?” le frasi di Lukaku, con “pezzo di me**a” a vicenda ed insulti vari. L’arbitro Valeri ha sedato la rissa, a fatica, ammonendo entrambi; un giallo costato carissimo ad Ibra che, nel secondo tempo, ha lasciato la sua squadra in 10 per doppio giallo.

Secondo alcune ricostruzioni, Ibra avrebbe dato dell’asino a Lukaku. “Go to your voodoo shit, you little donkey” trad. “Torna alle tue cag**e voodoo, piccolo asino”.

E, in 10 contro 11, proprio Lukaku ha messo il sigillo sulla gara con la rete del rigore valsa l’1-1 dopo il gol nel primo tempo proprio di Ibrahimovic. Una gara davvero strana, quella valevole l’accesso alla semifinale di Coppa Italia, che ha visto anche l’infortunio dell’arbitro Valeri al 75′, sostituito dal quarto uomo Chiffi e ben 10′ di recupero.