La nuova regola del campionato contro le commozioni cerebrali: ufficiale

Uno dei “problemi” forse più sottovalutati nel mondo del calcio è quello legato agli “infortuni aerei”. Quante volte abbiamo visto testa contro testa tra giocatori, impatti che possono causare commozioni cerebrali e gravi complicanze. In Premier League hanno pensato a un possibile rimedio.

cech colpo testa
L’ex portiere del Chelsea Cech a terra dopo un colpo alla testa (Getty Images)

La Premier League e la Federazione Calcistica Inglese si confermano decisamente progressisti e precursori. In Inghilterra dal prossimo febbraio verrà inserito un “supporto”  per gli allenatori che sono costretti a sostituire giocatori vittime di un tipo di infortunio potenzialmente tra i più gravi e dannosi. Quello derivante dagli impatti aerei.

Quante volte abbiamo assistito a violenti testa contro testa per duellare su un pallone aereo, quante volte abbiamo assistito a giocatori portati fuori in barella con gravi colpi al cranio. Quello delle commozioni cerebrali, e dei possibili gravi danni che potrebbero causare questo tipo di infortuni, è un problema che in Inghilterra hanno deciso di “arginare” inserendo nei match due sostituzioni in più. Per non far sì che le squadre siano “svantaggiate” dal perdere un giocatore per un problema simile.

Se una squadra che abbia finito i cambi avesse uno o due giocatori vittime di presunte commozioni cerebrali, allora l’allenatore potrà operare le sostituzioni aggiuntive. Si tratta per il momento di un esperimento che inizierà a febbraio fino alla fine dell’annata calcistica, ma potrebbe essere esteso anche alla prossima stagione.

Premier League: due cambi in più per le commozioni cerebrali

L’esperimento partirà il prossimo 6 febbraio in occasione di Arsenal-Aston Villa e durerà in Premier per tutta la seconda parte della stagione. La FA (la Federazione calcistica nazionale) ha allargato la possibilità di effettuare le due sostituzioni anche in FA Cup e nel campionato femminile. Se necessario, insomma, gli allenatori potranno operare due cambi in più per giocatori vittime di violenti scontri aerei o comunque impatti di testa. Potenzialmente ogni tecnico avrà la possibilità di effettuare 7 sostituzioni in ogni gara: rimane infatti la “proroga” dei due cambi in più legiferata dal post lockdown in avanti.

Il motivo di questo provvedimento è di limitare più possibile le conseguenze di un violento impatto aereo. In Inghilterra sono 28 gli ex giocatori britannici vittime di Alzheimer o demenza senile, probabilmente dovuti agli scontri avuti di testa nel corso della loro carriera.