Covid, allarme per la variante sudafricana: decisione forte del Governo

Nuovo allarme per la variante sudafricana del Covid-19. I casi sono in aumento e il Governo pare costretto a una nuova importante decisione per tentare di arginare la pandemia. Tutti gli ultimi aggiornamenti

Covid, immagini dal Regno Unito
Covid nel Regno Unito – Immagine di repertorio (Getty Images)

Il Covid-19 continua a imperversare in Italia e nel mondo. Nonostante l’arrivo del vaccino, la soglia d’attenzione è particolarmente elevata in diversi Paesi. Sono molte le Nazioni a combattere con impennate importanti di casi, le quali stanno mettendo a dura prova l’intero sistema sanitario nazionale. In particolare, ormai da settimane, la situazione è drammatica nel Regno Unito. La variante inglese sta circolando con forza, causando un gran numero di contagi e vittime.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, l’Oms fa marcia indietro sulle donne in attesa: la novità

Ora, però, il Governo e gli alti ranghi della sanità fanno i conti con una nuova variante che desta grande preoccupazione tra gli esperti. Stiamo parlando di quella sudafricana: sembra avere la capacità di espandersi e aggravare la situazione in un territorio che attualmente è già a dura prova quale il Regno Unito. Di seguito le ultime novità e la decisione da parte del Governo britannico.

LEGGI ANCHE >>> Covid, la variante inglese sarà “come un uragano”: l’allarme dell’esperto

Covid, preoccupazione per la variante sudafricana nel Regno Unito: cosa succede

Ragazza dal Regno Unito, ai tempi del Covid
Covid, ragazza nel Regno Unito – Immagine di repertorio (Getty Images)

Nelle ultime ore, sono stati ravvisati addirittura 105 nuovi casi positivi alla variante sudafricana del virus. Inoltre, 11 di questi, in Inghilterra del Sud, sono persone che riferiscono di non aver viaggiato e aver avuto contatti dirette con l’estero. Matt Hancock, ministro della Sanità, si è mostrato particolarmente preoccupato per la situazione e ha dichiarato che bisognerà agire con rigore per tentare di bloccare la diffusione della variante.

Ha ufficializzato, inoltre, un’importante novità per il tracciamento: verrà avviata una campagna di tamponi porta a porta. Inizialmente saranno offerti a 80 mila persone: questa l’ultima decisione del Governo per tentare di stoppare la catena di trasmissione del virus.