Sanremo 2021 senza pubblico, Fiorello rompe il silenzio

Ormai è appurato che il prossimo Festival di Sanremo si svolgerà senza la presenza del pubblico in sala. Una condizione essenziale per l’organizzazione della kermesse. Sul tema ora parla anche Fiorello.

Amadeus e Fiorello durante lo scorso Sanremo
Amadeus e Fiorello durante la scorsa edizione di Sanremo (fonte: Getty Images)

Quella di Fiorello era una delle voci che ancora non si era espressa sull’organizzazione del prossimo Festival di Sanremo. Da tempo il popolare showman non entrava nella questione ma di recente ha rotto il silenzio, dicendo la sua opinione su una delle questioni più spinose attualmente in seno alla Rai. Sembra ormai appurato come l’Ariston sarà completamente vuoto: niente pubblico a teatro nelle 5 serate del Festival nonostante Amadeus avesse messo la presenza degli ospiti come condizione essenziale per la buona riuscita dell’evento.

Per ovvie ragioni di sicurezza invece di gente in sala non ce ne sarà. Il Festival ha anche rischiato lo slittamento o l’annullamento negli ultimi giorni, ma il protocollo Rai sull’organizzazione e il suo svolgimento ha convinto il Comitato Tecnico Scientifico, che tra domani e dopodomani darà il definitivo via libera. E Fiorello ha deciso di intervenire sulla questione e, dal nuovo social Clubhouse, ha confessato: “Stiamo organizzando Sanremo senza pubblico”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Sanremo, attesa la decisione del CTS

Sanremo e non solo, l’appello di Fiorello per i teatri

sanremo 2021
Amadeus e Fiorello (Fonte GettyImages)

“Tanto dobbiamo convivere con questa situazione” ha dichiarato Fiorello durante il suo intervento in diretta social, affermando come i teatri possano essere riaperti seppur in totale osservanza delle norme anti Covid. “I direttori dei teatri possono organizzarsi bene, faccio appello al Governo” le parole del noto showman e spalla di Amadeus al prossimo Festival di Sanremo.

Tra le misure inserite dalla Rai nel protocollo “pro Sanremo”, oltre all’assenza del pubblico, ci sono quelle che prevedono tamponi a tutti i protagonisti ogni 72 ore (i cantanti devono presentarsi con tampone negativo), e la messa in sicurezza dell’area esterna al Teatro Ariston, che sarà zona rossa.

Ariston
Teatro Ariston (screen instagram)

Esclusi, quindi, anche tutti gli eventi esterni e collaterali al Festival per le vie e le piazze di Sanremo.