Si lanciano sulle auto in corsa: paura per la nuova sfida social

In Salento arriva una nuova sfida social che terrorizza i genitori dei ragazzini. Gli adolescenti di riprendono mentre si lanciano sulle auto in corsa.

sfida social
Adolescenti (Fonte GettyImages)

Un nuova sfida social si potrebbe tranquillamente trasformare in tragedia come già più volte è capitato in passato. In Salento, su un gruppo Facebook, alcuni utenti hanno iniziato a postare dei messaggi in cui avvertivano gli altri compaesani di quanto stesse accadendo a Gallipoli. Alcuni ragazzini tra i 10 e i 12 anni si stano rendendo protagonisti di una nuova challenge, chiamata planking challenge.

Dopo aver filmato le loro “gesta eroiche” le caricano online per fare concorrenza agli altri coetanei. C’è una grande paura e apprensione generale in Puglia per questo nuovo tipo di “passatempo” che mette seriamente in pericolo i ragazzi. Proprio recentemente è stato celebrato il funerale di una bambina di 10 anni che ha perso la vita riproducendo una sfida di Tik Tok.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Bambina in bagno con una corda: aveva accettato sfida social

Utenti del web denunciano la nuova sfida social che ha preso piede a Gallipoli

sfida social
Adolescenti (Fonte GettyImages)

Una nuova challenge lanciata sui social sta letteralmente terrorizzando gli abitanti di Gallipoli. Gli utenti di Facebook hanno denunciato su un gruppo che ragazzini tra i 10 e i 12 anni si nascondono dietro le macchine parcheggiate e quando queste sono in partenza si lanciano sulle auto in moto. Filmano il tutto e poi lo caricano in rete. Sono stati individuati due posti in cui i ragazzi si ritrovano e mettono in atto questa challenge, viale Europa e centro storico, nei pressi della Chiesa della Madonna della Purità. 

Per il momento gli abitanti di Gallipoli non hanno canora denunciato alle autorità questo nuovo tipo di passatempo adolescenziale. Tuttavia, le forza dell’ordine hanno intensificato i controlli. E’ molto importante prestare attenzione all’utilizzo dei social in quanto abbiamo avuto prova, più volte, dell’enorme strapotere che possono avere sulle giovani menti influenzabili.