Super Bowl 21, la storia vera dello spot che ha commosso tutti – VIDEO

Il Super Bowl 21 resterà nella storia per lo spot in grado di commuovere tutti: la storia vera ispirata ad una campionessa statunitense

Jessica Long - Super Bowl 21
La nuotatrice Jessica Long (Getty Images)

Il Super Bowl 21 è l’evento che ha catalizzato tutti gli Stati Uniti e non solo; la manifestazione sportiva – forse – più seguita ogni anno, insieme alla finale di Champions League, ha quindi un risalto mediatico davvero enorme, con il match trasmesso da tutto il mondo.

Lo spot della Toyota trasmesso durante la 55ma edizione, ha commosso il mondo intero. Narra la storia vera di Jessica Long, plurimedagliata paralimpica, ben 13 ori conquistati ed una bacheca che, da sola, non basta. L’inizio vede la ragazza in acqua intenta a nuotare, di fatto la sua specialità.

L’allenamento, certo, ma anche un telefono che suona e due donne alla cornetta. “Riguardo la vostra richiesta di adozione, abbiamo trovato una bambina, è in Siberia ma dovete sapere come abbia una malattia rara e sarà necessaria l’amputazione delle gambe“.

Un messaggio crudo e duro, raccontato dalla voce con l’acqua che ricopre tutto con lo scenario cambiato. Si vede Jessica neonata nella culla del dormitorio, poi che, bambina, inizia a camminare con le stampelle e le protesi. Il tutto con sullo sfondo la ragazza impegnata nel nuoto, a mo’ di trade d’union.

Super Bowl 21, lo spot da brividi

Jessica Long
La nuotatrice Jessica Long (Getty Images)

Lo spot continua, la ragazza è in uno spogliatoio di una piscina, poi inizia a nuotare e vincere, la folla impazzita per lei ed un successo che le regala una popolarità mondiale. Nel frattempo, osservata dal volto felice e sorridente di Jessica, la signora Longaccetta” la sfida.

Non vedo l’ora di incontrarla” le parole della donna, sostenuta dal marito che le tiene la mano. Una scelta che cambierà per sempre la vita di Jessica, icona mondiale del mondo paralimpico, vero esempio di forza e coraggio da parte di tutte i protagonisti coinvolti nella storia.

Jessica Long, nel 2016, a 14 anni, è diventata la seconda ragazza con più medaglie dell’edizione, ben 23. Una sorta di asso pigliatutto. “Crediamo ci sia in tutti ni speranza e forza” il messaggio conclusivo della Toyota.