Chi è Antonio Catricalà, il ministro professore scelto da Draghi

Continua anche il toto ministri per il Governo di Mario Draghi, sta pensando ad Antonio Catricalà per la vicepresidenza del Consiglio dei Ministri

Mario Draghi Ministri Governo
Mario Draghi, ex governatore della Banca d’Italia (Getty Images)

Mario Draghi continua le sue consultazioni per assicurarsi di avere tra tutte le forze politiche di avere la maggioranza. In questi giorni è iniziato il toto ministri con i nomi dei possibili ministri del Governo Draghi.

A quanto pare per la vicepresidenza del Consiglio dei Ministri, Draghi starebbe pensando ad Antonio Catricalà, un ruolo che ha già ricoperto nel governo di Mario Monti. Oltre ad essere un politico è anche avvocato, magistrato e dirigente pubblico.

Catricalà è nato il 7 febbraio 1952 a Catanzaro, tanti sono gli importanti ruoli che ha ricoperto nel corso della sua lunga carriera. Tra questi: magistrato del Consiglio di Stato della Repubblica italiana, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Viceministro al Ministero dello Sviluppo Economico e molti altri ancora.

Antonio Catricalà si è laureato all’Università La Sapienza di Roma, ha poi vinto il concorso in magistratura ordinaria e superato l’esame di abilitazione da avvocato. Dopo la laurea in giurisprudenza ha anche studiato economia per due anni, dopodiché è stato nominato consigliere e presidente di sezione del Consiglio di Stato della Repubblica italiana.

LEGGI ANCHE >>> Antonio Catricalà, tragica fine per l’ex sottosegretario: si indaga sul suicidio

Antonio Catricalà alla vicepresidenza del Consiglio dei Ministri? La carriera 

Probabili Ministri Governo Draghi
Ministri Governo Draghi (Getty Images)

Catricalà ha insegnato diritto privato all’Università degli studi di Roma Tor Vergata, nella facoltà di Giurisprudenza. Ha scritto anche un libro ‘L’esame di diritto civile’ utile per la preparazione al concorso in magistratura. Dal 2005 al 2011 è stato presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel 2011 è stato nominato Sottosegretario di Stato da Mario Monti (Presidente del Consiglio) e dal Presidente della Repubblica. Nel Governo Letta, invece, è stato nominato nel 2013 Viceministro al Ministero dello Sviluppo Economico.

Nel 2014 Antonio Catricalà viene candidato alla carica di giudice della Corte costituzionale. Nello stesso anno ha preso la decisione di dimettersi da Presidente di Sezione del Consiglio di Stato della Repubblica Italiana per svolgere l’attività di avvocato.

Nel 2015 è stato nominato presidente dell’OAM, due anni dopo è stato invece nominato presidente della Società ADR – Aeroporti di Roma S.p.A.. Antonio Catricalà insegna anche diritto privato all’Università Unipegaso ed è professore di Diritto dei Consumatori all’Università LUISS Guido Carli a contratto.