Sanremo 21, Fiorello punzecchia Renzi: “Amadeus, è crisi”

Si avvicina l’inizio di Sanremo 21 e Rosario Fiorello, che sarà al fianco di Amadeus, lancia una frecciatina a Renzi e la crisi

Covid Sanremo Artisti Positivi
Amadeus e Fiorello sul palco di Sanremo (Getty Images)

A marzo partirà una nuova edizione del Festival di Sanremo, forse una delle più discusse degli ultimi anni. Si parte con il pubblico, che la Rai e lo stesso Amadeus vorrebbero presente durante i cinque giorni dell’evento, ma per le norme anti-Covid questo non sembrerebbe possibile, anche se si sta lavorando per renderlo. Altra polemica è nata per lo spoiler della canzone di Fedez e Francesca Michielin per cui si è chiesta la loro eliminazione, poi ritirata. Ora a mettere benzina sul fuoco è Rosario Fiorello, che al Teatro Ariston affiancherà Amadeus nella conduzione. Lo showman lancia una pesante frecciatina a Matteo Renzi, dopo la crisi di Governo.

Sanremo 21, Fiorello ironizza su Renzi: “Se ci sarà l’Amadeus ter faccio la crisi”

Amadeus Fiorello (getty images)
Amadeus e Fiorello (getty images)

Rosario Fiorello anche quest’anno porterà la sua simpatia sul palco del teatro Ariston, scelto al suo fianco per Sanremo dal conduttore Amadeus. Lo showman nel nuovo spot del Festival decide di ironizzare e punzecchiare Matteo Renzi, mettendosi una maschera con il volto del leader di Italia Viva e dichiarando: “Dobbiamo mettere in crisi Sanremo, ci vuole quello bravo per le crisi, quello toscano. Se ‘nasello’ va bene poi vorrà fare il Festival per terzo anno, non ce lo meritiamo”. Un’ironia che poi si trasforma in omaggio affermando che vorrà fare qualcosa Little Tony, che avrebbe compiuto 80 anni: “Mi piacerebbe omaggiarlo durante il Festival, magari con una giacca con le frange e cantando cuore matto o riderà”. Infine la dichiarazione che crea attesa: “Voglio entrare in un quadro, voglio essere il Venero di Botticelli”. Dunque ci si aspetta un Sanremo dalle grandi risate con lo showman sul palco.