Trump, il retroscena sul Covid spiazza: la verità sulle condizioni

Lo stato di salute dell’ex Presidente americano, colpito da Covid nei mesi passati, parrebbe essere stato sottovalutato: era in realtà grave. 

Donald Trump braccio alzato
L’ex Presidente USA, Donald Trump (Instagram)

Dopo lunghi mesi passati a sminuire gli effetti di un eventuale contagio di Coronavirus, l’ex inquilino della Casa Bianca era stato costretto, ad un certo punto, a guardare in faccia la realtà.

Ad ottobre Donald Trump venne dichiarato positivo al COVID-19, assieme all’ex first lady Melania, in piena campagna elettorale per le elezioni presidenziali di Novembre 2020, che avrebbe poi perso contro il candidato democratico Joe Biden.

Donald e Melania Trump passeggiano
L’ex Presidente USA, Donald Trump e la moglie Melania (Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, Melania Trump infrange i divieti: il motivo è commovente

Le reali condizioni di salute

Donald Trump bandiera americana
L’ex Presidente USA, Donald Trump (Instagram)

Fin qui nulla di nuovo, se non fosse per lo scoop lanciato oggi dal New York Times. Parrebbe, infatti, che il magnate americano non fosse affatto nelle migliori condizioni di salute al momento del ricovero al Walter Reed National Military Medical Center. A sostenere questa tesi, secondo quanto riportato dal giornale, ci sarebbero 4 testimoni informati sui fatti.

L’ex numero 1 della Casa Bianca avrebbe sofferto di bassi livelli di ossigeno nel sangue, tanto da complicare il problema polmonare causato dalla polmonite tipica del Coronavirus. Sembrerebbe si fosse addirittura arrivati a paventare la necessità di un ventilatore.

Tutto questo sarebbe stato scientemente tacitato al pubblico, verosimilmente per non inficiare in negativo sulle vicende della campagna elettorale allora in atto. Inoltre, l’ex Presidente USA sarebbe stato smentito addirittura da se stesso con riferimento alle gravi implicazioni sanitare legate alla malattia. Non è un mistero, infatti, che Trump abbia spesso pubblicamente preso sotto gamba il dilagare della pandemia che ha portato negli Stati Uniti a più di 400mila morti.

Dopo i fatti di Capitol Hill, il tycoon americano dovrà quindi fare i conti con un’altra magra figura agli occhi della Comunità Internazionale. L’assalto al cuore delle istituzioni statunitensi, da parte dei più incalliti sostenitori del leader repubblicano, ha, infatti, scosso praticamente tutti i grandi della Terra.

Ilenia Abbondanza