Lazio in zona arancione? Il punto su tutte le Regioni che “cambiano colore”

Allerta alta nel Lazio per il possibile ingresso della Regione in zona arancione. Il Covid-19 continua la sua corsa e ha costretto a nuovi cambi di colore in diverse parti d’Italia: ecco i dettagli

Covid nel Lazio: si passa alla zona arancione?
Covid a Roma – Immagine di repertorio (Getty Images)

La situazione relativa il nuovo Coronavirus richiede la massima allerta nel nostro Paese. Occorre mantenere la guardia alta per evitare improvvise impennate di contagi che rischierebbero di compromettere l’ingente campagna di vaccinazione messa in atto dal Governo. Proprio per questo il livello di controllo resta alto e man mano la situazione pandemica viene aggiornata Regione per Regione, stabilendo dunque le misure necessarie per il contenimento dei casi.

Nelle ultime ore desta preoccupazione la situazione registrata nel Lazio. L’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità ha infatti evidenziato una risalita dell‘indice Rt. I dati della giornata di ieri, infatti, hanno rimarcato un indice di trasmissione allo 0,96, molto vicino alla soglia dell’1: il Lazio rischia dunque un inasprimento delle misure restrittive e il conseguente passaggio alla zona arancione. Ciononostante i numeri di ieri erano in ribasso, con 1060 casi positivi e un calo anche di decessi e terapie intensive.

LEGGI ANCHE >>> Terza ondata Covid, Bassetti si sbilancia: “Ecco quando ci sarà”

Covid, non solo zona arancione nel Lazio: le Regioni che cambiano colore

Covid nel Lazio: si passa alla zona arancione?
Covid a Roma – Immagine di repertorio (Getty Images)

L’ultimo monitoraggio da parte del Ministero della Salute in coordinamento con l’Iss ha portato diversi cambi di colore. A partire da oggi, infatti, Abruzzo, Liguria, Toscana  e la provincia di Trento passeranno in zona arancione. Da sottolineare anche il caso della Sicilia che, invece, può allentare parzialmente le misure restrittive passando in zona gialla. Buone notizie anche per la Puglia che dopo una rettifica sulle terapie intensive passa dalla zona arancione a quella gialla. Desta particolare preoccupazione l’Umbria che ha visto finire in zona rossa diversi comuni, dopo la scoperta di alcuni casi legati alla variante inglese del Covid.