MotoGP, preoccupano le condizioni di Fausto Gresini: brutte notizie

Continua la lotta contro il Covid di Fausto Gresini, ricoverato da circa 50 giorni: le condizioni tornano improvvisamente a peggiorare

MotoGp, Fausto Gresini
Fausto Gresini (Getty Images)

Il mondo dello sport continua ad essere in apprensione per le condizioni di Fausto Gresini. L’ex pilota, fondatore dell’omonimo team ‘Gresini Racing’, lotta la sua battaglia contro il Covid da quasi due mesi ed è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna. Nelle scorse settimane sembrava esserci un leggero miglioramento che faceva ben sperare, ma ora di nuovo il brusco calo. Infatti l’infezione polmonare causata dal virus sembra aggravarsi, mettendo nuovamente in salita il percorso di guarigione. Proprio oggi il figlio, Lorenzo Gresini, attraverso i social network comunica il nuovo peggioramento delle condizioni di salute del padre, dopo che gli aggiornamenti mancavano da un po’. L’ex pilota viene nuovamente sedato dai medici.

MotoGP, Fausto Gresini di nuovo sedato: il messaggio del figlio Lorenzo

MotoGp, Fausto Gresini lotta contro il Covid
Fausto Gresini (Getty Images)

Peggiorano le condizioni di salute di Fausto Gresini, ex pilota di Moto GP e fondatore della ‘Gresini Racing’. Da circa 50 giorni infatti Gresini è ricoverato a causa del Covid, che gli ha provocato un infezione polmonare molto grave, portandolo ad essere sedato pesantemente. A comunicare il peggioramento delle condizioni è il figlio Lorenzo attraverso i suoi canali social, dove scrive: “A causa di un improvviso peggioramento delle condizioni di mio padre non vi aggiorno da qualche giorno. Nella notte fra venerdì e sabato le condizioni sono peggiorate, il babbo è nuovamente sedato in modo profondo. Ora la situazione è stabile ed i valori sufficienti. I medici hanno iniziato nuove terapie per tentare di combattere l’infezione polmonare. Nei prossimi giorni continuerò ad aggiornarvi”. Situazione dunque che torna ad essere grave dopo i miglioramenti dei giorni scorsi. Il mondo dello sport e non sono continua a sperare e lottare con lui.