Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 28 Febbraio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 28 Febbraio.

bollettino 28 febbraio
Bollettino (Fonte Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati ufficiali del bollettino aggiornato al 28 Febbraio 2021 in merito alla pandemia globale da Coronavirus. I casi di contagio complessivi sono saliti a 2.925.265 con un incremento di 17.455 unità rispetto a ieri. Salgono ancora i soggetti attualmente positivi risultano essere 422.367 (+10.401) ed i ricoveri in terapia intensiva (+15) che ammontano a 2.231. Il numero dei guariti dall’inizio dell’emergenza è giunto a 2.405.199 con un incremento di 6.847 unità.  Si aggrava ancora il bilancio delle vittime con 192 decessi registrati nelle ultime 24 ore che portano il totale a 97.699.

Una frase sibillina di un medico ha creato una vera e propria bufera

bollettino 28 febbraio
L’istituto Spallanzani (Fonte GettyImages)

Mentre nel nostro Paese la campagna di vaccinazione prosegue spedita la morsa del Covid continua a tenere sotto scacco l’intera nazione. Da giorni la curva dei contagi si è assestata sulle 20 mila unità giornaliere (per quanto riguarda i nuovi positivi) e il calo auspicato non è ancora arrivato. Anzi, sarebbe in arrivo la terza ondata, con un nuovo picco che è atteso tra marzo e la metà di aprile. La situazione, a un anno esatto dal primo DPCM con il quale Conte impose il lockdown, è ancora di piena emergenza.

Da una parte di sforzi del personale medico e sanitario, impegnato in prima linea sul fronte Covid. Dall’altra folle di ragazzi che si radunano, per esempio, sui Navigli per fare aperitivo. Nel caos generale spunta anche una frase di un medico dello Spallanzani, che rivelerebbe una realtà a dir poco incredibile.

In un post condiviso su Facebook Francesco Vaia, direttore sanitario dell’istituto Spallanzani di Roma, si è lasciato andare a un’uscita inquietante: “Non inseguiamo le varianti, studiamole; non assecondiamo chi auspica e lavora perché non abbia mai fine“. 

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI>>> Covid, “Non vogliono finisca”: il post del medico dello Spallanzani inquieta

Walter Ricciardi ha recentemente espresso alcune ipotesi sul debellamento del covid

bollettino 28 febbraio
Walter Ricciardi in collegamento televisivo (Fonte Facebook)

Innanzitutto, secondo Ricciardi, è essenziale concentrarsi sulle restrizioni per sconfiggere il covid. Una mossa, che finora si è rivelata l’unica che ha veramente funzionato. Si, perché a metà giugno l’Italia – con gli effetti del lockdown di marzo, aprile e maggio – aveva toccato quota zero contagi. Da allora, secondo il professore, una continua rincorsa al virus, tentativi di aggiustare, più che prevenire.

I passi, che secondo il consigliere sarebbero necessari, sono 6. Per prima cosa andrebbero definite le zone protette da liberare. In secondo luogo, bisognerebbe attivare una campagna importante di comunicazione, volta a implementare la strategia. La strategia che sarebbe quella di un lockdown di 5-6 settimane (insieme a misure economiche di supporto adeguate). Infine, convertire alberghi in residenze per quarantene e isolamenti e appunto isolare tutti coloro i quali arrivano dall’estero. Soltanto al sesto punto, dunque, riaprire, e determinare la Green Zone.