Lutto nel mondo della musica: si è spento Danilo Rustici

Grave lutto nel mondo della musica: si è spento Danilo Rustici, leader degli Osanna. Aveva fondato la band. Il ricordo del fratello

Danilo Rustici
Danilo Rustici (Facebook)

Il membro fondatore degli Osanna Danilo Rustici si è spento. L’uomo è deceduto a Napoli, all’Ospedale Cardarelli in seguito alle complicanze da Covid. Il musicista, con la sua band, è diventato tra i più importanti nel prog in Italia e nel mondo. La salute di Rustici è stata debilitata già in passato, con l’ictus del 2000 che lo costrinse ad interrompere la sua carriera.

L’Uomo“, “Landscape of life“, “Suddance” e “Palepoli” gli album a cui ha contribuito, veri e propri successi mondiali. Contestualmente, però, formò anche i Luna e gli Uno in campo musicale, mentre in quello politico divenne del partito marxista leninista dirigente.

Ha vissuto anche negli Stati Uniti poi il ritorno in Italia e la fondazione degli Osanna. E’ stato Corrado, il fratello, a dare notizia della sua scomparsa. “C’è una vastità che della mente va oltre i confini più remoti ed è noi stessi, la nostra dimora” le sue parole pubblicate in un video.

Danilo Rustici è morto: il ricordo del fratello e del co-fondatore degli Osanna

Osanna - Danilo Rustici
Osanna – Danilo Rustici (Facebook)

Grazie per la tua visione, per ciò che mi hai dato e per il genio che sei stato” ha continuato nel suo video, “Grazie Fratellone” fino a considerarsi fortunato per averlo conosciuto con tanto di auspicio, quello di “riconoscerti dove siamo solo amore in quella vastità“.

Danilo Vairetti, il co-fondatore degli Osanna, sui social l’ha ricordato così. “E’ stata un grande dolore la sua scomparsa” ha detto, “era più di un fratello. Tra noi c’era un connubio di valore. Per merito nostro sono nati gli Osanna, con la nostra caparbietà. Ci siamo inventati un percorso originale lì dove i gruppi facevano cover degli anglosassoni“.

Lo considera un genio Rustici, un chitarrista del panorama musicale anche poco riconosciuto. “Per il grande talento merita di essere ricordato. Ho utilizzato nel primo disco ‘L’Uomo’ il sintetizzatore artigianale costruito da lui. E’ stato uno dei più grandi chitarristi“.