Nicola Zingaretti, l’annuncio spiazzante sui social: “Mi vergogno”

L’annuncio a sorpresa di Nicola Zingaretti, arrivato tramite social. Il post Facebook ha spiazzato tutti: “Mi vergogno del partito”

Spacco Lega Salvini PD Zingaretti
Il segretario nazionale del PD, Nicola Zingaretti (Getty Images)

Nicola Zingaretti si è dimesso dalla segreteria del PD. L’annuncio tramite social network, direttamente dalla sua pagina ufficiale Facebook. Le intenzione del segretario del partito sono, in ogni caso, al momento tutte da verificare. La sua mossa ha spiazzato sicuramente i suoi oppositori nel partito, i quali non si sarebbero aspettati certo una tale reazione, nonostante i dissidi interni.

Gesto motivato, come è noto, dai continui attacchi diretti al segretario, da parte di alcuni membri. Un gesto che a molti è parso abbastanza estremo, un fulmine a ciel sereno. “Nel PD si parla solo di poltrone – scrive stizzito su Facebook – mi vergogno del partito”. Parole forti, da parte dell’attuale presidente della Regione Lazio, che conclude: “Nelle prossime ore chiederò al presidente del partito di dimettermi formalmente”. Ma andiamo ad analizzare le possibili motivazioni che hanno scaturita questa “sfuriata”

Nicola Zingaretti presenta le dimissioni: la motivazione

Nicola Zingaretti difende Barbara D'Urso
Il segretario del Pd Nicola Zingaretti (fonte: Facebook)

La notizia del giorno. Nicola Zingaretti presenterà le sue dimissioni dalla segreteria del Partito Democratico. L’annuncio tramite Facebook, in cui Zingaretti si è sfogato e ha annunciato quelle che sono le sue intenzioni. Intanto gli oppositori del segretario, colti di sorpresa, starebbero già cominciando a fare marcia indietro. Non è nemmeno esclusa che l’assemblea del partito rigetti le dimissioni.

Sicuramente, con questa mossa a sorpresa, il capo del partito ha preso alla sprovvista i suoi oppositori interni, che starebbero cominciando ad invocare la sua permanenza alla guida del PD. Considerando anche ai tempi difficili che sta attraversando il Paese, tra covid e crisi economica. Anche gli alti esponenti del partito invocano l’unità attorno a lui, in un momento di tale complessità, schierandosi dalla sua parte.