Covid, come cambiano i colori da lunedì: novità per tre regioni

Il Covid continua ad avanzare quasi indisturbato ed arrivano nuove restrizioni per le Regioni: da lunedì cambierà la situazione

Nicola Zingaretti
Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti (Getty Images)

Il Covid continua a colpire senza soluzione di continuità ed in Italia aumentano le restrizioni, di fatto necessarie per poter tamponare l’emergenza e non mandare in crisi gli ospedali, nuovamente sotto pressione. E così, dalla riunione del Cts con le Regioni, sono emerse nuove criticità che hanno costretto a colpire duramente.

Campania, Friuli Venezia Giulia e Veneto cambiano infatti colore; a partire da lunedì 8 marzo queste ultime due saranno in arancione, mentre nella Regione governata da Vincenzo De Luca si passa al rosso. Un provvedimento, come spiegato dallo stesso Presidente, necessario per tamponare l’emergenza e mettere fine agli assembramenti che pure si sono visti nelle scorse settimane.

Il virus, d’altronde, corre veloce in Italia, colpa delle varianti più contagiose ed aggressive; l’indice Rt, così, ha sfondato quota 1 arrivando fino a 1,06, il peggior dato da due mesi a questa parte. Inevitabile il governo adottasse misure restrittive ancor più incisive.

Covid, situazione nelle Regioni: Lombardia critica, Lazio e Liguria in giallo

Attilio Fontana
Il governatore della Lombardia Attilio Fontana (Getty Images)

Se le tre Regioni summenzionate hanno cambiato colore, misure più aspre anche per Lombardia e Piemonte, che entrano in zona arancione rafforzata. Decisioni prese dai rispettivi governatori, Fontana e Cirio, con la situazione critica soprattutto nel bresciano.

E’ la provincia più colpita d’Italia in questa terza ondata e, forse, forse servirebbero misure ancora più restrittive considerato come non vi sia più posto negli ospedali. La Lombardia è la Regione che ha accusato maggiormente il Covid in tutta Italia, con numeri elevatissimi di contagi e decessi dall’inizio della pandemia.

Scienziati anti Covid
Scienziati anti Covid al lavoro (Getty Imags)

Zona arancione, dicevamo, anche per l’Emilia-Romagna ma in alcune zone, come Bologna e Modena è già scattato il rosso; e presto anche altre città o province potrebbero cambiare colore. Al momento, invece, “salve” Lazio e Liguria, che restano in giallo. La situazione, però, sarà monitorata con grande attenzione, soprattutto in vista della Pasqua.