Covid, Joe Biden “generoso” sui vaccini: “Se mi avanzeranno..”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è detto disposto a condividere con il mondo le scorte di vaccini americane. Ma a una condizione…

Joe Biden su vaccini covid
Il presidente degli Usa Joe Biden (fonte: Getty Images)

Joe Biden, presidente degli Stati Uniti, ha parlato alla Casa Bianca in seguito all’approvazione da parte del Congresso di un piano di aiuti economico del valore di 1900 miliardi di dollari. Poi, si è espresso anche sulla questione vaccini, argomento che sta polarizzando l’attenzione di tutto il mondo. Quella ai vaccini è ormai diventata una corsa contro il tempo per evitare che il virus e le sue varianti mettano di nuovo in ginocchio gli Stati.

Biden ha usato parole di conforto per il suo popolo. “Ce la faremo, anche se non dobbiamo ancora abbassare la guardia“. Un leader diverso dall’ex inquilino della Casa Bianca Donald Trump che aveva sempre minimizzato i rischi della pandemia. Oggi il democratico Biden ha annunciato di aver preso accordi con Johnson&Johnson per altre 100 milioni di dosi del vaccino monodose e ha annunciato di essere disposto a condividerle con altri Paesi, ma a una condizione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Covid, corsa ai vaccini: numeri straordinari. “Ora proviamo a vincere”

Joe Biden condividerà i vaccini americani a una condizione

La priorità è di vaccinare l’America. Esordisce così Joe Biden quando, nel suo discorso, tocca il tasto vaccini. Questo, secondo lui, è l’unico modo per combattere la pandemia. Soltanto dopo che si sarà assicurato che tutti i cittadini statunitensi saranno stati immunizzati contro il coronavirus, allora sarà disposto a condividere le scorte “avanzate” con gli altri Paesi più in difficoltà.

Un modo di agire radicalmente diverso da quello dell’Unione Europea che, nonostante sia in difficoltà con l’approvvigionamento delle dosi per i cittadini comunitari, ha esportato solo negli Usa ben 954mila dosi.

La campagna vaccinale negli Stati Uniti procede spedita. Ci sono già più vaccinati che contagiati: sono 31,3 milioni le persone pienamente immunizzate contro i 29 milioni di contagiati. Un terzo delle persone in attesa, invece, ha già ricevuto almeno la prima dose.