Taxi gratis per gli anziani che devono ricevere il vaccino: come richiederlo

Ti accompagno io” è l’iniziativa studiata e promossa per gli over 80 che devono ricevere il vaccino anti Covid. Gli anziani soli che hanno effettuato la prenotazione potranno godere del servizio.

Vaccino per il Covid
Somministrazione del vaccino anti Covid (Fonte GettyImages)

In Italia la campagna di vaccinazione contro il Covid prosegue spedita, seppur con qualche intoppo di troppo. Da fine dicembre, da quando cioè sono state distribuite le prime dosi del farmaco, è stata raggiunta quota sei milioni di somministrazioni. L’obiettivo è raggiungere l’immunità di massa il prima possibile, c’è chi dice che sia possibile entro la fine dell’estate, con un’ampia e veloce distribuzione della cura. Negli ultimi giorni stanno facendo discutere le morti di tre uomini che avevano ricevuto il vaccino AstraZeneca e deceduti poche ore dopo a causa di trombosi. Un loto del farmaco è stato ritirato, con Draghi che ha chiesto chiarimenti all’Unione Europea.

In tutto ciò a Roma è stata promossa una bella iniziativa a favore degli anziani. Gli over 80 che hanno effettuato la prenotazione per ricevere il vaccino, ma che non hanno nessuno che possa accompagnarli nei centri di somministrazione, possono beneficiare del servizio “Ti accompagno io“. Si tratta di due corse gratuite in taxi dalla propria abitazione all’ospedale, con ritorno compreso quindi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Caso vaccino AstraZeneca, risponde l’azienda 

Taxi gratis per gli anziani che devono ricevere il vaccino

L’iniziativa è stata adottata a Roma, dove gli anziani soli e over 80 possono beneficiare del servizio taxi gratuito per potersi recare a ricevere il vaccino anti Covid. Per usufruire di questa possibilità basta chiamare il numero 06 3570 facendo presente di essere un ultra ottantenne che ha bisogno di un passaggio per andare nei centri di somministrazione.

covid infermiera vaccina anziano
Un’infermiera somministra il vaccino anti covid a un anziano (fonte: Getty Images)

Una volta arrivato il mezzo, l’anziano dovrà esibire l’avvenuta prenotazione presso l’ospedale e un documento di identità che accerti l’età. Nessuna cifra sarà corrisposta all’autista, e il servizio è valido anche per ritornare a casa. Il progetto “Ti accompagno io” è stato promosso dal settore assicurativo italiano.