Domenica In, Arisa ‘spaventa’ Mara: mi ‘sento’ il Covid, gelo in studio

Nel classico appuntamento pomeridiano con Domenica In Mara Venier introduce la grande ospite di oggi. Nello studio però la “battuta” di Arisa va quasi di traverso: “Mi sento il Covid“.

Arisa avvolta di rosso
Arisa (screenshot instagram)

Reduce dall’esperienza di Sanremo, Arisa è stata ospite nel primo pomeriggio negli studi di Domenica In. La cantante è intervenuta nel salotto di Mara Venier che, da brava padrona di casa, ha subito fatto i convenevoli all’artista originaria di Genova. Una battuta per rompere il ghiaccio in avvio di intervista, che per poco non “rovina la giornata” alla zia Mara. Ma che cosa è successo di così compromettente?

Il tutto, va detto, si è svolto in modo scherzoso e con toni assolutamente leggeri. In fase di introduzione del suo ospite Mara Venier ha fatto ad Arisa la più scontata delle domande. Un “Come stai?” al quale però la cantante ha risposto spiazzando la padrona di casa. “Dipende dai giorni, oggi mi sento che mi sta per venire il Covid“. Attimi di gelo in studio, con un “Ommioddio” della Venier tra l’incredulo, il basito e il divertito.

Un modo originale, insomma, per Arisa di rompere il ghiaccio in avvio di intervista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Isola dei Famosi, Gascoigne annuncia: “Così lascio il gioco”

Mara Venieri e lo sfogo “anti” Covid: “Non se ne può più”

Durante la puntata poi Mara Venier ha voluto ricordare a suo modo l’amico Giovanni Gastel, scomparso ieri per delle complicanze dovute al Covid. La padrona di casa di Domenica In lancia anche un importante appello nel salutare il fotografo e artista: “Era un gentiluomo,un amico, un maestro. Io lo chiamavo Giò o Amore… Aveva 65 anni. Mi raccomando vaccinatevi, vaccinate tutti”.

Mara Venier
Mara Venier (screen video)

Uno sfogo poi riferendosi alla situazione attuale, che si trascina ormai da un anno, che ha svuotato anche gli studi televisivi del pubblico. Il messaggio di speranza e di forza della Venier, probabilmente alla sua ultima stagione sul piccolo schermo: “Andiamo avanti con lo studio vuoto, con i miei ragazzi spaventati e avviliti. Ma non se ne può più. Lo pensano tutti gli italiani: non se ne può più”.