Oscar francesi “a luci rosse”: estremo gesto dell’attrice sul palco – VIDEO

Incredibile quanto avvenuto nel corso della cerimonia di consegna dei “premi Oscar” francesi. L’altra sera un’attrice si è completamente denudata sul palco. La spiegazione del suo gesto di protesta.

oscar francesi pubblico
Reazione del pubblico alla protesta – screen video

Gesto tanto pazzesco quanto inaspettato e improvviso quello compiuto da Corinne Masiero, artista e attrice che si è resa protagonista indiscussa durante l’ultima edizione di consegna dei Cesar, gli equivalenti francesi del Premio Oscar. Una volta salita sul palco per leggere le nominations e annunciare il vincitore della categoria “Miglior costume“, la Masiero si è prima presentata vestita asino, per poi togliersi la sua “uniforme” sul palco rimanendo completamente nuda. Un gesto che ha fatto scalpore, che ha scioccato e che è diventato virale in poche ore.

C’è un motivo preciso dietro questa azione estrema: l’attrice, dichiaratamente di sinistra, ha voluto pubblicamente protestare contro il complicato periodo che sta vivendo l’industria culturale francese (cinematografica, ma non solo) a causa del Covid-19.

La Masiero si è apertamente schierata al fianco di tutti i professionisti che, per l’emergenza Covid, da oltre non anno non possono lavorare. L’attrice, infatti, una volta sul palco invece di leggere le nominations ha pronunciato un discorso in difesa dei precari dello spettacolo, tra le maggiori vittime nel settore di questa situazione.

Attrice nuda sul palco agli Oscar francesi: le sue parole

“Un costume è importante, si ha l’aria da scemi quando non lo si ha” ha detto la Masiero, che poi ha invitato il primo ministro Jean Castex a riaprire cinema e teatri per far ripartire un’industria praticamente in ginocchio. Applausi in sala per il gesto estremo dell’artista, approvazione però che non si è ripetuta sui social e sul web.

Molti utenti di Twitter infatti si sono scagliati contro il suo gesto, ritenuto fin troppo sensazionalistico e poco attinente alla situazione attuale. “Se i cinema sono chiusi nella maggior parte dei paesi del mondo”, twitta un utente mentre assisteva da casa ai César, “è perché il Covid-19 uccide. Invece, fortunatamente per Corinne Masiero il ridicolo non uccide“.