Gianni Morandi, ultimi aggiornamenti dall’ospedale: le sue condizioni

Gianni Morandi tiene in ansia tutti i suoi fan dopo il brutto incidente vissuto negli scorsi giorni. Il noto cantante è ancora in ospedale: il punto sulle sue condizioni

Gianni Morandi a Sanremo
Gianni Morandi (Getty Images)

Gianni Morandi al centro delle cronache dopo l’incidente domestico che ha catturato e tenuto in ansia tutti i fan. Come vi abbiamo già riportato negli scorsi giorni, infatti, aveva deciso di effettuare dei lavori casalinghi: non va tutto secondo i piani. Nel tardo pomeriggio è stato costretto a recarsi in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna. Mentre bruciava delle sterpaglie, infatti, è finito nel fuoco, procurandosi delle ustioni molto serie alle gambe e alle mani.

In uno degli aggiornamenti live riportati durante “La Vita in Diretta”, l’inviato, direttamente dall’ospedale ha aggiornato sulle condizioni del cantante. Purtroppo viene confermata la serietà delle ustioni riportate. In particolare continua a destare preoccupazione nei sanitari la situazione della mano destra. Nei giorni scorsi, si vociferava di come i medici avessero deciso di effettuare un intervento proprio in quella zona. Secondo l’inviato Rai, quest’ipotesi è stata smentita.

LEGGI ANCHE >>> Gianni Morandi, brutte notizie dall’ospedale: aggiornamento sulle sue condizioni

Gianni Morandi, le sue condizioni e il saluto del Bologna

Mihajlovic Coronavirus Bologna
Sinisa Mihajlovic (Getty Images)

Un giorno fa, inoltre, il cantante era tornato a farsi sentire attraverso i social network. Nel post pubblicato sul suo profilo, infatti, aveva ringraziato il Bologna dopo il bel messaggio inviato da Sinisa Mihajlovic e dalla squadra. Un momento sicuramente difficile per il cantante che comunque sta cercando di non perdere il buonumore. L’Ausl Romagna, tramite una nota, aveva già aggiornato sulle condizioni dell’icona dello spettacolo italiano. La nota fa sapere che “Le ustioni sono di secondo e terzo grado, ma le condizioni cliniche generali sono soddisfacenti”. Avevano sottolineato inoltre come il decorso clinico fosse regolare.