Incidente durante esercitazione, carro armato sbaglia mira: aperta indagine

Carro armato colpisce galline – Curioso quanto inedito fatto avvenuto nella scorsa notte in Friuli. Durante un’esercitazione che coinvolgeva quattro carri armati, uno di questi ha clamorosamente sbagliato mira mancando il suo bersaglio. Andando a colpire tutt’altro.

carro armato terra
Carro Armato in azione – Getty Images

Sul torrente Cellina nella scorsa nottata è stata avviata un’esercitazione di tiro con almeno quattro carri armati dell’Esercito italiano. Doveva essere un’operazione come molte altre, un semplice addestramento al poligono come tanti aveva già sostenuto la Brigata Pozzuolo del Friuli, in cui erano impegnati in modo congiunto il Genova Cavalleria e i Lagunari di Venezia. Eppure qualcosa è andato storto e uno dei cannoni ha clamorosamente sbagliato mira, mancando il bersaglio designato, e andando a colpire una proprietà privata.

A farne le spese è stato un allevamento di galline: la struttura è stata parzialmente distrutta dal tiro del carro armato e, nell’esplosione, hanno perso la vita gran parte degli animali lì rinchiusi. La Procura di Pordenone ha aperto un’inchiesta su questa vicenda, predisponendo il sequestro per i carri armati impegnati nell’esercitazione. Si sta tentando di chiarire la dinamica della vicenda e individuare eventuali responsabilità soggettive.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Usa-Russia, cosa sta succedendo? 

Carro armato distrugge allevamento di galline

galline allevamento
Allevamento di galline – Getty Images

Le indagini devono chiarire il motivo per il quale il colpo sia stato esploso non verso il bersaglio, bensì vero un centro abitato che era in direzione opposta. In un primo momento i militari nemmeno si sarebbero accorti di quanto accaduto, in quanto l’errore non avrebbe innescato nessun incendio.

I primi ad accorgersi dell’allevamento distrutto, e delle decine di galline morte, sono stati i proprietari della struttura stessa. Le forze dell’ordine, che sapevano dell’esercitazione svoltasi lì vicino, una volta allertate hanno subito collegato i due eventi, risolvendo quello che in un primo momento poteva sembrare un mistero.

Fortunatamente nessuna persona è stata coinvolta nell’incidente.