Carlo Conti, la confessione sul futuro fa impazzire: tanti progetti e nessun rimpianto

Carlo Conti lascia a bocca aperta il pubblico con una confessione sul suo futuro lavorativo e sulla sua vita in occasione del suo sessantesimo compleanno

carlo conti mentre conduce
Carlo Conti (getty images)

Il conduttore Rai Carlo Conti fa alcune confessioni nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale TV Sorrisi e Canzoni, per festeggiare il suo sessantesimo compleanno. Il presentatore è uno dei volti più amati della televisione italiana. Durante tutto il corso della sua carriera si è saputo destreggiare in ogni tipo di programma: dai quiz al varietà, dai festival ai talent show. Le sue trasmissioni sono sempre state dei grandi successi che hanno fatto registrare ascolti record.

Quest’anno Carlo spegne 60 candeline e per festeggiare il suo compleanno rilascia alcune dichiarazioni che lasciano a bocca aperta il suo pubblico che non manca mai di dimostrargli tutto l’affetto che prova per lui.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Carlo Conti compie gli anni: gli auguri del figlio Matteo commuovono – FOTO

Le dichiarazioni di Carlo Conti in occasione del suo sessantesimo compleanno

carlo conti sorride
Carlo Conti (getty images)

Per festeggiare le 60 candeline, Conti ha rilasciato una splendida intervista a “Tv Sorrisi e Canzoni” nella quale si abbandona ad alcune confessioni. Con riferimento alla sua vita, il presentatore dichiara: “Non ho né rimorsi né rimpianti. Mai vivere di rimorsi! Anche dagli errori nella vita impari qualcosa. Io poi sono uno impulsivo, può capitare di sbagliare un programma, una decisione, un amore. Non ho neanche rimpianti. Se vogliamo scherzarci sopra, forse avrei dovuto sposare Francesca prima e diventare babbo di Matteo con qualche anno in meno”. Conti è infatti diventato papà, per la prima volta, a quasi 53 anni nel febbraio 2014.

Sul fronte lavorativo il conduttore annuncia che farà da padrone di casa alla seconda edizione di Top 10 ad aprile e che a maggio, invece, presenzierà alla cerimonia dei David di Donatello e presenterà la finale dello Zecchino d’oro.