Azzolina, l’accusa è pesante: “Nel suo staff c’è un cyberbullo”

Lucia Azzolina ha rivolto pesanti accuse sulla nomina di un collaboratore, a detta sua c’è un cyberbullo a tutti gli effetti nello staff, di chi si tratta

Rossano Sasso e Lucia Azzolina
Rossano Sasso e Lucia Azzolina (Collage foto da Instagram)

Lucia Azzolina è sbottata sulla nomina di un collaboratore del sottosegretario leghista all’Istruzione Rossano Sasso. Si tratta di Pasquale Vespa, l’ex ministro dell’istruzione ha fatto sapere che è un docente accusato di diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi.

La Azzolina ha poi rivelato che l’uomo negli ultimi due anni l’ha più volte insultata pubblicamente, ha attizzato aggressioni verbali e allusioni sessuali. Lo ha accusato di essere un cyberbullo a tutti gli effetti, l’ha anche minacciata di morte. Il M5s si è subito schierato dalla sua parte, a sostenerla anche il Pd.

A replicare alle accuse di Lucia Azzolini ci ha pensato Sasso. A detta sua non è la prima volta che attacca docenti che hanno disapprovato le sue politiche. A detta sua Vespa è sempre stato per la Azzolina una spina nel fianco e adesso lo vorrebbe far passare per un molestatore e stalker. Ha poi aggiunto che il lavoro della magistratura riporterà nella giusta prospettiva dinamiche e fatti.

Lucia Azzolina contro Pasquale Vespa: “È un cyberbullo”

Lucia Azzolina discorso
La deputata Lucia Azzolina (Screenshot video Instagram)

A Patrizio Bianchi la Azzolina ha chiesto se fosse a conoscenza del fatto che Vespa venisse assunto nel suo Gabinetto, gli ha anche chiesto il suo parere. Riferendosi ancora a Pasquale Vespa ha fatto sapere che l’uomo ha rimosso i contenuti dalle sue pagine per nasconderli, il suo gesto non gli ha però impedito di essere imputato in un processo che si svolgerà presto.

Si tratta per lei di una questione di civiltà e opportunità, a detta sua Vespa la sera minaccia di morte un esponente di Governo e sfoga i suoi istinti sessuali su bocche e rossetti rossi. Il mattino seguente si reca poi a scuola come educatore.

Davide Serritella lo ha definito un fatto gravissimo. La senatrice Alessandra Maiorino ha invece detto che Vespa negli ultimi due anni ha realizzato video macabri per inviare minacce a Lucia Azzolina. Per i componenti del gruppo Pari Opportunità è inammissibile la nomina di Vespa. Quelli del Pd pensano sia inaccettabile che trovi spazio all’interno delle istituzioni qualcuno che ha dimostrato di non sapere dove il dissenso politico finisce e inizia la violenza verbale e l’ingiuria.