Francesco Oppini, dopo le accuse sbotta sui social: parole al veleno

Francesco Oppini ha pubblicato una storia che ha sollevato le critiche di qualcuno, per cui nel pomeriggio è dovuto intervenire per spegnere la polemica.

Francesco Oppini sorriso
L’ex gieffino Francesco Oppini (fonte: Instagram)

L’ex gieffino oggi è dovuto intervenire sui suoi profili social per spegnere una polemica dopo la pubblicazione di una storia da parte della sua fidanzata e poi da lui ricondivisa. In realtà, qualche dente avvelenato Oppini ha cominciato a toglierselo già da questa mattina, quando ha pubblicato sempre nelle sue Instagram stories lo screenshot di un messaggio arrivato alla sua compagna Cristina. Un utente l’ha messa in guardia dallo sposare Francesco, insinuando pettegolezzi. Senza cancellare nome e cognome della persona, il figlio di Alba Parietti ha accompagnato la foto della chat a un eloquente “fine della tolleranza“.

Oggi pomeriggio, però, l’ex gieffino ha pubblicato dei video in cui, contrariato, ha chiesto ai suoi fan di smetterla con le polemiche. E il tutto è nato da una storia ironica pubblicata dalla sua fidanzata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Francesco Oppini, la fidanzata in tv parla di Dayane: “Non è stato facile”

“Non create ambiguità”: lo sfogo di Francesco Oppini

Cristina Tomasini, compagna di Oppini, oggi ha ripreso il suo fidanzato mentre mangiava delle patatine fritte e lei, ironica, gli ha chiesto: “È buona la patata amore?“. E lui, in maniera altrettanto ironica, ha risposto: “È sempre buona…la domenica poi“. Questa storia ha creato un vero e proprio polverone, costringendo il ragazzo a intervenire con un video seccato per poter spegnere il chiacchiericcio.

Trenta secondi sono bastati a Oppini (CLICCA QUI per vedere le storie) per chiedere di smetterla ai fan che hanno alzato la polemica. “Vi pregherei di non creare polveroni inutili e di non creare ambiguità quando queste non esistono”. Poi, per concludere il suo messaggio si è rivolto a chi “si crea problemi per altri che non se li fanno”. A loro ha chiesto, gentilmente, di smetterla.