Maurizio Costanzo parla di Luciana Littizzetto: l’omaggio piace a tutti

Maurizio Costanzo lascia a bocca aperta il pubblico tramite uno splendido omaggio a Luciana Littizzetto ricco di stima e affetto

Maurizio Costanzo sorride
Maurizio Costanzo (getty images)

Il noto giornalista e conduttore Maurizio Costanzo fa un omaggio alla comica torinese Luciano Littizzetto, destando il favore del pubblico che condivide il suo pensiero.

L’attrice è oramai da molti anni la spalla di Fabio Fazio nella celebre trasmissione di Rai 3 “Che tempo che fa”. Alcuni dei siparietti con il conduttore savonese sono oramai divenuti dei veri e propri cult. Le battute che i due si scambiano fanno divertire il pubblico che aspetta con ansia la messa in onda del loro programma ogni settimana.

Il talento di Luciana Littizzetto, con il passare degli anni, è divenuto sempre più un elemento indispensabile e fondamentale per la riuscita della trasmissione condotta da Fabio Fazio con la partecipazione di Filippa Lagerback.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Maurizio Costanzo Show, Zorzi incontra Giorgia Meloni: il teatrino che tutti aspettavano

L’omaggio di Maurizio Costanzo a Luciana Littizzetto

luciana littizzetto spalanca le braccia
Luciana Littizzetto (getty images)

Un lettore del settimanale Nuovo, pone al giornale una specifica domanda riguardante i motivi per i quali la comica torinese ancora non goda di uno spazio tutto suo in TV. Secondo l’opinione di Maurizio Costanzo, la partecipazione dell’attrice al programma “Che tempo che fa” le consentirebbe di dare il meglio di sé.

In effetti, durante i suoi interventi irriverenti e mai banali la comica riesce a prendersi la scena come nessun altro, tenendo incollati allo schermo i telespettatori che spesso non aspettano altro che il suo arrivo in studio. Il talento dell’artista torinese è ben sintetizzato dalle parole che le riserva il giornalista romano: La Littizzetto è brava, simpatica e capace. D’altra parte, il segreto del successo dell’attrice risiede proprio nel suo innato magnetismo e nell’empatia che crea con i suoi spettatori.