Alta (in)fedeltà, il Covid riduce i tradimenti? L’appello della categoria

L’infedeltà ed i tradimenti sarebbero stati ridotti dal Covid? Le parole in diretta tv e le nuove “soluzioni” per le scappatelle in periodo di pandemia

Anna Bernardini De Pace
L’avvocato Anna Bernardini De Pace a Mattino5 (screen Mediaset Play)

L’infedeltà è un fenomeno sempre più diffuso, almeno lo era fino a qualche mese fa. La pandemia da Covid ha costretto la popolazione mondiale a rinchiudersi in casa, a lockdown più o meno totali, per una situazione che ha messo in ginocchio quasi completamente l’economia. Molti i settori in affanno ancora tutt’oggi, alle prese con crisi senza vie d’uscita, colpa anche dei pochi sostegni ricevuti dai governi, soprattutto in Italia.

Il Covid ha cambiato radicalmente le abitudini quotidiane e non solo, anche quelle più diffuse e poco edificanti, come quella dei tradimenti. La costrizione casalinga, se non per motivi lavorativi o di necessità come indicato nei Dpcm, ha dato un taglio anche alle relazioni extraconiugali ed alle semplici “scappatelle“, giocoforza diminuite se non azzerate.

E ne hanno risentito anche gli investigatori privati, al soldo di avvocati o privati che si mettevano a caccia dei fedifraghi per coglierli “sul fatto”, e sempre più in crisi.

LEGGI ANCHE >>> Infedeltà, la decisione della Cassazione coinvolge le App d’incontri: di che si tratta

Alta infedeltà: le parole dell’avvocato a Mattino5

Anna Bernardini De Pace
L’avvocato Anna Bernardini De Pace a Mattino5 (screen Mediaset Play)

L’avvocato Anna Bernardini De Pace, una dei legali più famosi d’Italia in tema di divorzi, è intervenuta a Mattino 5 per spiegare questo fenomeno. “In parte è vero il calo delle relazioni extraconiugali – ha spiegato – anche i miei investigatori, dopo il lockdown dell’anno scorso, sono diventati fisicatissimi“.

Il motivo? Presto detto. “Facevo inseguire i cosiddetti runner che in realtà erano traditori. Ho scoperto che molti di questi lo erano ed ho avvertito i miei investigatori di mettersi in calzoncini ed inseguirli” ha ammesso.

Cellulare
Un cellullare, una delle cause di infedeltà digitale (Getty Images)

La Bernardini De Pace ha, poi, rivelato anche un nuovo “metodo” di tradimento, quello digitale. “Sono diventati bravissimi anche a scoprire chat su computer e telefonini che prima, forse, non erano attenzionati. Il tradimento – ha proseguito – è anche questo, perché il matrimonio impone la solidarietà morale e materiale. Vuol dire condividere e, quindi, dedicarsi totalmente ad un’altra persona, pur senza toccarla, è tradimento” ha sentenziato. “Non c’è bisogno del rapporto intimo, quello mentale è ancora più grave” ha concluso.