Valeria Fabrizi, le scuse dopo la gaffe: “E’ stato uno scivolone”

Valeria Fabrizi prova a scusarsi dopo lo scivolone e la bufera mediatica scatenata sui social: “E’ stato uno scivolone”. Utenti inviperiti

Valeria Fabrizi
Valeria Fabrizi (Getty Images)

Abbiamo imparato ad amare Valeria Fabrizi nei panni di “Suor Costanza” in “Che Dio ci aiuti“, attrice dalla carriera infinita, sicuramente tra le più brave ed apprezzate d’Italia. E di certo lascia decisamente senza parole la bufera che si è scatenata sul suo capo, complice un’uscita decisamente infelice.

Ospite nel contenitore domenicale di Rai1 “Da noi… a ruota libera” condotto da Francesca Fialdini, la Fabrizi si era resa protagonista di una dichiarazione fuori luogo, commentando una fotografia d’epoca, in bianco e nero, in cui non si è riconosciuta. “Sembro una negra in questa foto” le sue parole che hanno scatenato una vera e propria bufera sui social.

Una situazione quasi degenerata in pochissime ore, tanto che l’attrice è stata costretta ad un comunicato di scuse sul suo profilo Instagram ufficiale. Si è definita “molto addolorata” dell’accaduto perché ha spiegato come per lei “il colore della pelle sia decisamente indifferente“.

LEGGI ANCHE >>> Valeria Fabrizi, rivelazione a Pierluigi Diaco: ”Mi farò le punturine”

Valeria Fabrizi e le critiche sui social

Valeria Fabrizi
Valeria Fabrizi (Getty Images)

L’attrice ha proseguito con la sua difesa sostenendo come “scelga le persone per il cuore” chiamando in causa anche tutti coloro che la conoscono. “E’ stato involontario lo scivolone” – ha proseguito nel messaggio – “non fa parte della mia anima. Non si deve ripetere questa espressione infelice” ha continuato prima di chiedere “scusa a tutti“.

Ciò nonostante, non sono mancate le feroci critiche anche sotto al post di scuse pubblicato. C’è infatti chi la accusa di essersi “preparata a tavolino” le scuse con il suo agente, considerato come siano arrivate decisamente tardive rispetto allo scivolone.

Chi si è sentita offesa, come una sua follower che ha sostenuto come si sia trattato di un qualcosa di molto offensivo e sostenga come in altri Paesi sarebbe partito il “ban” definitivo dal mondo della tv a tempo indeterminato. Altri,   invece, si augurano come siano vere le parole di redenzione e credono alla buona fede dell’attrice.