Alessia Ventura, la showgirl in attesa rischia grosso: “Ho avuto paura”

Alessia Ventura ha rilasciato forti dichiarazioni durante un preciso momento della sua gravidanza: afferma di aver avuto molta paura.

Alessia Ventura Gravidanza Paura Covid
Alessia Ventura (Screenshot Instagram)

Quando si porta in grembo un’altra persona le preoccupazioni aumentano. Ci si sente (giustamente) responsabili verso un’altra vita che sta per venire al mondo. Le sensazioni sono tante e le paure pure. Le stesse che ha provato la famosa showgirl e modella Alessia Ventura.

Quest’ultima è entrata nell’ottavo mese di gravidanza. Fra poco meno di un mese arriverà il fatidico momento, e la gioia, condivida col compagno e futuro papà Gabriele Schembari, è davvero tanta. I due si preparano a vivere, insieme, uno dei periodi più belli della loro vita.

Ma pima della fine della gravidanza e di dare vita a un’altra persona, Alessia si è voluta togliere un sassolini dalla scarpa. Più che sassolino, potremmo proprio dire che ha esternato una paura, vissuta, nel periodo della gravidanza stessa. Lo stress è stato tanto, i momenti di angoscia anche, ma alla fine tutto è passato e andato per il meglio.

Il racconto e la paura vissuta da parte di Alessia Ventura: “Maledetto Covid”

Alessia Ventura Paura Gravidanza Covid
Alessia Ventura durante la conduzione del Gran Gala del Calcio (Getty Images)

Proprio così. Anche lei, assieme al marito, ha passato il momento più brutto che può capitare a ognuno di noi nell’ultimo anno. E che a molti, anche in forma letale, è già capitato. Parliamo del coronavirus. Entrambi i futuri genitori lo hanno contratto a metà dicembre del 2020.

È stata un’esperienza pazzesca, ovviamente in termini negativi. Alessia stessa ha rilasciato delle parole importanti durante un’intervista concessa al settimanale Diva e Donne: “Quando ho saputo di avere il Covid ho avuto tanta paura, più che altro per la bambina. È stato un vero e proprio shock”.

La modella continua a raccontare il suo momento particolare: “Ho perso, fin da subito, olfatto e gusto. Poi febbre alta e raffreddore. Per fortuna, però, è andato via da solo. Eravamo in Sicilia in quel momento, e per fortuna i nostri amici ci hanno donato affetto e ci portavano di continuo cibo e altre cose necessarie per il periodo che stavamo passando”.