Fedez smaschera la Regione Lombardia: “Il sistema fa acqua da tutte le parti”

Dopo la moglie, anche Fedez via social si è espresso sulla gestione della Regione Lombardia dei vaccini anticovid. “Il sistema fa acqua da tutte le parti”

Fedez su Instagram
Fedez su Instagram (Storie screenshot)

E’ un Fedez molto duro nelle sue storie, dove spesso interviene su temi di attualità. Questa volta al centro della polemica alzata dal cantante e dalla moglie, c’è il trattamento dei vaccini della Regione Lombardia, accusata dai due influencer di non aver gestito bene la situazione. Tutto era nato dopo che Chiara Ferragni aveva condiviso delle storie criticando appunto il trattamento e l’organizzazione dei vaccini.

A detta della donna, dopo la sua storia e le sue parole, un addetto avrebbe chiamato la nonna di Fedez, la signora Luciana, che attendeva ancora il suo vaccino. Una chiamata derivata – secondo i due – proprio dalle critiche della Ferragni, che evidenzierebbero ancora di più le falle di un sistema che “prova a rattoppare”.

Fedez contro la Regione Lombardia: “Ritrovate la dignità”

Fedez
Fedez su Instagram (Screenshot)

Devono chiedere pubblicamente scusa ai cittadini, secondo Fedez, sia i gestori dell’organizzazione dei vaccini che la Moratti. Al momento infatti la Regione ha creato un gran caos, facendo rimanere tanti over 80 indietro, come la nonna del rapper. Il cantante ha infatti ribadito il suo disgusto, e ha replicato alla risposta dell’ats città di Milano, che ha smentito la telefona della signora sia avvenuta in seguito elle stori di Chiara.

La donna aveva infatti parlato di trattamento speciale e di favoreggiamenti, vista la paura di poter smuovere l’opinione pubblica dell’influencer. Quindi l’operatore avrebbe chiamato la signora Luciana chiedendole: “Salve, lei è le nonna di Fedez?”. Il cantante se l’è presa con chi diceva che il ritardo sarebbe dovuto all’errata compilazione  della domanda da parte dell’anziana, condividendo screen del portale. (Le storie sono disponibili QUI)