Axios hackerata: scuole rimangono senza registro elettronico

La piattaforma che gestisce moltissimi registri elettronici Axios è stato hackerata. Già da alcuni giorni nessuna riposta dal portale: disagi per milioni di alunni

Sito Axios nota
Sito Axios nota (Screenshot)

E’ da qualche giorno che non si ottiene nessuna riposta dal portale. Axios è stata hackerata, l’attacco alla piattaforma ha al momento reso impossibile ogni tipo di interazione con i registri elettronici. La compagnia, che gestisce quasi il 40% delle scuole italiane è al momento fuori uso, e 4 scuole su 10 sono dunque rimaste senza registro. Le previsioni in ogni caso restano ottimistiche, visto che gli stessi operatori hanno rassicurato sulle tempistiche di manutenzione.

Disagi notevoli in ogni modo per i 5,6 milioni di alunni che hanno fatto ritorno a scuola nelle ultime ore. Sul sito di Axios è infatti comparso un messaggio che annuncia l’attacco hacker, con istruzioni per accedere al registro di emergenza. I dati presenti nel registro elettronico, come è noto, riguardano contenuti didattici, assenze e presenze degli alunni, compiti a casa e note varie.

Axios hackerata: tempistiche di ripristino del sistema

pc studenti dad
Uno studente impegnato in una dad (Getty Images)

Al momento l’home page del portale si presenta con un lungo messaggio. “Stiamo completando le attività di ripristino dell’infrastruttura ed i test per le verifiche di sicurezza – si legge nella nota – Contiamo di rendere disponibili i servizi entro la mattina di domani“. Sarà verosimilmente questione di ore dunque, ma al momento il servizio risulta fuori uso.

Inoltre il sito ha riportato le istruzioni per poter procedere all’accesso del registro elettronico d’emergenza, secondo i protocolli. Il sistema dei registri elettronici è utilizzato da quasi tutte le scuole italiane, e dal 2022 sarà obbligatorio in tutta Italia. L’attacco informatico è conciso con il dietro a scuola di moltissimi di alunni (5,6 milioni), causando non pochi disagi, visto che sono il 40% delle scuole in tutto il paese ad utilizzare Axios.