Fedez, nuovo scontro con Pillon: “Stipendio col sudore di un tweet”

Il cantante Fedez continua a scontrarsi con il Senatore Pillon per quanto riguarda il nuovo DDL Zan: tweet al veleno e storie su Instagram

Simone Pillon in primo piano
Il Senatore Simone Pillon (Screenshot Instagram)

Continua la faida tra Fedez e il Senatore Pillon, sempre attraverso social network. Tutto inizia una settimana fa, quando il cantante attraverso il suo profilo Instagram, seguito da oltre 12 milioni di utenti, inizia a rendere noto quanto riportato dal DDL Zan, ovvero il nuovo decreto legge contro l’omotransfobia. Le recenti dichiarazioni del Senatore, che aveva detto che il DDL non era al momento la priorità, avevano fatto scatenare le critiche, con diversi botta e risposta proprio tra i due, ma sempre attraverso social. Così il cantante oggi decide di tornare sull’argomento prima con un tweet e poi con delle storie. Nel tweet condivide l’ultima risposta del Senatore scrivendo anche: “Com’era quella cosa su elodie e il rispetto? Argomentazioni da vero senatore comunque. E anche oggi lo stipendio ce lo siamo portati a casa con il sudore di un tweet eh caro Pillon”.

Fedez ancora contro Pillon: “Vi spiego cosa hanno deciso ieri sul DDL Zan”

 

Dopo la risposta del Senatore Pillon su Twitter, in cui sbeffeggia Fedez, il cantante decide di spiegare a tutti i suoi followers cosa è successo ieri attraverso delle storie: “La commissione giustizia si è riunita e dopo sei mesi che Ostellari ha ostacolato la calendarizzazione del decreto legge, ha deciso di non decidere. Si è attaccato a un cavillo tecnico che in sei mesi non ha mai visto. Ora la palla passa in mano all’Onorevole Casellati, che dovrà decidere. Così Ostellari si deresponsabilizza da un ruolo per cui è pagato. Quello che penso è che le trecento mila firme sono servite”.