Caso Malika Chalhy, raccolti 100 mila euro con ‘GoFundMe’: svelato cosa ne farà

Malika Chalhy, la ragazza di 22 anni cacciata da casa perchè omosessuale, ha raccolto 100mila euro con GoFoundMe: come li userà

Malika Chalhy al Maurizio Costanzo Show
Malika Chalhy (Screenshot Mediaset Play

Ha attirato l’attenzione di tutta la stampa nazionale, il caso Malika Chalhy. La giovane toscana cacciata di casa perchè omosessuale si è raccontata nella puntata di ieri, al Maurizio Costanzo Show. Visibilmente emozionata, ma sempre lucida nelle sue uscite, sia in tv che sui social, dove ha da poco condiviso un messaggio riguardo la sua famiglia. “Non insultate la mia famiglia – ha scritto Malika – non voglio che il mio caso generi odio, ho già provveduto alla denuncia alle forze dell’ordine.

La 22enne non ha nemmeno potuto prendere le sue cose, una volta confessato alla madre il suo amore per una ragazza, Malika è stata immediatamente cacciata via. La cugina ha poche settimane fa istituito una raccolta aperta su internet intitolata GoFoundMe, per aiutare finanziariamente la giovane, e la risposta della gente è stata strepitosa.

Malika Chalhy, 100 mila euro raccolti: “Farò delle donazioni”

Malika Chalhy al Maurizio Costanzo Show
Malika Chalhy (Screenshot Mediaset Play)

Non solo il dramma di essere cacciata di casa, ma anche minacce pesanti per la giovane, che ha dovuto denunciare madre e parenti alle forze dell’ordine. Una puntata molto toccante quella di ieri del Maurizio Costanzo Show, in cui MalMalika Chalhy al Maurizio Costanzo Show (Screenshot Mediaset Play)-2ika ha raccontato la sua storia trattenendo a forza le lacrime. Ma per fortuna nel nostro paese moltissimi si sono stretti intorno alla 22enne, mostrandogli vicinanza sia dal punto di vista del conforto emotivo che economico.

Una cugina ha infatti, nei primi giorni di aprile, istituito una fondazione online, con la quale Malika è riuscita ad arrivare alla cifra di 100mila euro. Una bella somma che aiuterà la ragazza nelle spese legali e a rifarsi una vita. La nativa di Castelfiorentino vuole devolvere una parte in beneficenza. “Faro delle piccole donazioni, anche ad ospedali pediatrici”, ha recentemente dichiarato.