De Luca: “In Campania i ristoranti riapriranno giovedì, non lunedì” – VIDEO

De Luca ha annunciato che i ristoranti posticiperanno l’apertura di qualche giorno. Stoccata al Nord per la gestione dell’emergenza

De Luca Salvini
De Luca attacca Salvini / Screenshot Facebook

Intervenuto in diretta sui suoi canali social, il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha dato un anticipo su quelle che saranno le riaperture del 18 maggio, anticipando misure meno restrittive in Campania: “Non c’è neanche il tempo per sanificare i ristoranti e farli ripartire lunedì. In Campania riapriranno giovedì ma lo faranno con misure meno restrittive rispetto a quelle imposte dal Governo, altrimenti con un distanziamento di due metri per tavolo il 70% di essi dovrà rimanere chiuso, e noi vogliamo aprire il 90%. Con un metro di distanza tra cliente e cliente, con pannelli di separazione in vetro, plastica e plexiglass, e vogliamo aprire per sempre, senza dover richiudere.”

Sull’episodio accaduto sul lungomare di Salerno: “I vigili sono stati insultati per aver svolto niente di più che il loro dovere. Due signore della provincia sono andate a Salerno senza mascherine nella noncuranza più totale, e non hanno voluto dare le proprie generalità alle Forze dell’Ordine. Ci sarà una sanzione penale per loro e per chi ha contribuito al caos insultando gli agenti.”

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Morgan e Bugo, arriva il libro: parlerà dei retroscena di Sanremo

De Luca: “C’è ammuina al Nord e rigore al Sud”

Il governatore De Luca ha poi proseguito parlando della situazione in Italia: “C’è un crollo generale, psicologico e politico, che va dalle istituzioni ai singoli cittadini, forse era inevitabile dopo due mesi di chiusura, come se l’epidemia non esistesse. Sembra sia sparita la preoccupazione del contagio, c’è una situazione preoccupante: nessuno controlla più niente. Come diceva Totò: “Arrangiatevi”, questa è la sintesi dei comitati scientifici che abbiamo nominato, della serie si salvi chi può. Abbiamo avuto un’inversione di ruoli, l’ammuina la fanno al nord e il rigore lo teniamo al sud.”