Nuova fase 2 dal 18 maggio: conferenza Conte in diretta – VIDEO
Nuova fase 2 dal 18 maggio: conferenza Conte in diretta – VIDEO

Nuova fase 2 dal 18 maggio: conferenza Conte in diretta – VIDEO

La conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte in diretta su Facebook: il presidente del Consiglio illustrerà le misure in vigore dal 18 maggio. Vi offriamo in diretta streaming le sue dichiarazioni

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlerà in conferenza stampa questa sera, 16 maggio, per spiegare i provvedimenti contenuti nel decreto sulla nuova fase 2 che entrerà in vigore da lunedì 18 maggio: vi offriamo la diretta streaming tramite Facebook dell’evento. Il Premier si soffermerà sull’allentamento delle misure restrittive con la riapertura di quasi tutte le attività, seguendo i protocolli stabiliti da Governo ed enti locali.

Conferenza Conte, le parole del Premier

Decreto Rilancio Bonus Baby sitter
Giuseppe Conte – Facebook

Ecco le parole del premier Giuseppe Conte in conferenza stampa: “Stiamo affrontando un rischio calcolato, nella consapevolezza che la curva epidemiologica potrà tornare a salire. I principi sono e saranno sempre gli stessi: la vita e la tutela dei cittadini sono al primo posto non sono criteri negoziabili ma vanno declinati diversamente, altrimenti non potremo mai ripartire, e ci ritroveremmo con un tessuto sociale ed economico troppo danneggiato. Da lunedì si potranno vedere nuovamente gli amici, muoversi senza autocertificazione, ma resterà l’obbligo di quarantena per chi ha il virus o per chi ha sintomi. Sarà ancora vietato fare assembramenti e bisognerà mantenere la distanza di un metro l’uno dall’altra. La mascherina bisognerà continuare ad indossarla. Dal 18 maggio si potrà riprendere a muoversi nella stessa regione senza autocertificazione”.

Sulle riaperture: “Tra varie regioni resterà il divieto di spostamento senza motivi di salute, lavoro o necessità fino al 3 giugno, quando si potrà ricominciare. Per le attività economiche e le attività sociali da lunedì 18 maggio riapriranno i negozi di abbigliamento al dettaglio e tutti i servizi legati alla cura della persona (barbieri, estetisti ecc), i bar e i ristoranti. Le Regioni adotterano propri protocolli sanitari in base ai dati epidemiologici, lo stesso vale per gli stabilimenti balneari. Riprenderanno anche le attività liturgiche e gli allenamenti degli sportivi, compreso il calcio, e i musei. Dal 25 maggio riapriranno palestre, piscine e centri sportivi anche questi con controlli di sicurezza. Dal 15 giugno sarà disponibile un ventaglio di offerte a carattere ludico per i bambini più piccoli, e riapriranno anche teatri e cinema. Le regioni saranno sempre libere di ampliare o restringere tali misure.”

Sulla ripartenza economica: “Stiamo procedendo alla riapertura con gradualità e prudenza, sono consapevole che per alcuni settori riapertura non significherà rilancio economico, perchè a livello sociale non sarà lo stesso. Il decreto rilancio non potrà essere la soluzione a tutti i mali, ma stiamo cercando di dare una mano. Con questa manovra gettiamo un ponte per contenere l’impatto di questa crisi. Abbiamo stanziato fondi per scuole, università e ricerca. Non ci possiamo permetterci di fermarmi, mai come oggi dobbiamo correre e far correre la nostra economia.”

“Investiremo sull’Italia che vogliamo, un’Italia più verde, più digitale, più inclusiva.”

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, al ristorante con la mascherina: il protocollo completo